Sorgente di Crini, il Comune di Martone ribadisce: "L’acqua non è potabile"

La precisazione dell'Ammninistrazione Imperitura dopo le notizie diffuse sui social che affermerebbero il contrario

L'amministrazione comunale di Martone interviene dopo alcune notizie, circolate sui social media, nella mattinata di giovedì 19 marzo, che riportano, sembrerebbe, "notizie diffuse da Sorical secondo le quali l’acqua di Crini sarebbe potabile",

il Comune "precisa che l’ordinanza di chiusura delle fontane pubbliche, emessa il 14 marzo scorso dal primo cittadino Giorgio Imperitura, è suffragata da un chiaro invito in tal senso, sia da parte dell’Asp (Servizio igiene alimenti e nutrizione) che dell’Arpacal (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria).

In data 13 marzo gli uffici preposti l’Arpacal, con lettera indirizzata all’Asp di Reggio Calabria, trasmettevano le risultanze delle analisi effettuati dall’Asp (Settore igiene alimenti e nutrizione) in data 09.03.2020, sottolineando come le stesse non fossero conformi alla normativa vigente.

Sempre in data 13 marzo l’Azienda sanitaria, comunicando i dati ricevuti dall’Arpacal al Comune di Martone, evidenziava anch’essa, dal canto suo, la non conformità dell’acqua erogata, invitando sia la Sorical che l’amministrazione comunale a voler apporre, nei vari punti di approvvigionamento dell’acqua esistenti sul territorio comunale, degli avvisi con la dicitura 'Acqua non potabile'".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comune precisa dunque "che al momento, se non interverranno altre condizioni a seguito di nuove analisi
da parte del gestore Sorical o dell’Asp, l’acqua proveniente dalla sorgente di Crini non è potabile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19 e buoni spesa, online l'avviso: ecco tutte le info per presentare la domanda

  • La lotta al coronavirus nel tunnel della terapia intensiva, dove non tutto è perduto

  • Covid-19, il partigiano Malerba invia video messaggio al Colle e Mattarella lo chiama

  • La governatrice Jole Santelli proroga la "zona rossa" per Montebello e Melito al 12 aprile

  • Emergenza Covid-19, il sindaco di Montebello Ionico lascia l'ospedale e ritorna a casa

  • Mascherine "made in Reggio Calabria", create da aziende reggine e distribuite ai cittadini

Torna su
ReggioToday è in caricamento