Pellaro, stanziati 1,5 milioni per la ristrutturazione dello stadio Attilio Iaria

Approvato il progetto definitivo per l'adeguamento e messa a norma dell’impianto sportivo comunale. L'assessore Marino ha proposto di intitolare lo stadio alla memoria di Giacomo Polito e Pietro Sofi

Il progetto del nuovo stadio

Finalmente è stato approvato il progetto definitivo per la ristrutturazione, l'adeguamento funzionale e la messa a norma dell’impianto sportivo comunale Attilio Iaria di Pellaro. La notizia era attesa da tempo dalla comunità e dall’intero movimento sportivo pellarese. Per il rilancio e l’ammodernamento della struttura verranno stanziati quasi 1,5 milioni di euro. L'assessore comunale alla mobilità e trasporti Giuseppe Marino, che ha seguito da vicino questo progetto, non nasconde la soddisfazione per la positiva conclusione dell’iter.

marino-2-2"E’ da più di un anno che portiamo avanti questo intervento - ha affermato Marino (nella foto) - anche attraverso visite e sopralluoghi, nell’area interessata dai lavori, svolti insieme al sindaco Giuseppe Falcomatà che ha sempre sostenuto il percorso in stretta sinergia con i consiglieri comunali pellaresi e, in particolare, con il delegato allo sport Giovanni Latella che si sta spendendo tanto per portarlo a compimento".

Si tratta di un’azione molto importante che restituisce futuro e prospettiva a questo storico impianto contribuendo in modo concreto alla più complessiva opera di riqualificazione e rilancio del territorio pellarese. E sarebbe molto bello intitolare le nuove tribune dello stadio alla memoria di due persone che, in epoche diverse, hanno dato tantissimo al calcio pellarese: Giacomo Polito, indimenticato presidente della Pro Pellaro e Pietro Sofi, fondatore della scuola calcio pellarese”.

L'obiettivo raggiunto assume una centralità maggiore, sottolinea l’assessore Marino, "anche alla luce dell’enorme groviglio burocratico che è stato necessario superare per far partire un progetto del genere. E’ bene infatti ribadire che per mettere in piedi operazioni di questo tipo occorre acquisire una moltitudine di pareri tecnici con un conseguente allungamento dei tempi. D’altra parte la lentezza della macchina burocratica e la farraginosità delle procedure, costituiscono ancora oggi una delle principali criticità che incidono negativamente sui processi di governance e sviluppo dei territori".

L'assessore comunale ribadisce che "essere riusciti a reperire un importante finanziamento ed ottenere i pareri favorevoli nel giro di diciotto mesi rappresenta dunque un piccolo miracolo. Adesso manca l’ultimo passaggio, ovvero il parere del genio civile e auspichiamo che si possa successivamente procedere con l’appalto dell’opera”.

L’intervento, le cui somme sono state individuate nel quadro del piano di investimenti per il Mezzogiorno previsto con i “Patti per il Sud” a favore delle Regioni e delle Città metropolitane, evidenzia l’assessore Marino: “Ci consente di entrare con decisione nella fase esecutiva di un progetto che ha delle ricadute estremamente importanti per questo territorio. Poter disporre di una struttura sportiva adeguata, significa infatti offrire al territorio uno spazio nuovo e un punto di riferimento per i più piccoli, i giovani, le famiglie e le realtà associative che vorranno praticare sport o svolgere iniziative di carattere culturale e aggregativo in un ambiente attrezzato, accogliente e sicuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attimi di panico sul volo Roma-Tel Aviv, medico reggino salva la vita a una donna

  • Nuovo lutto al comando dei vigili del fuoco di Reggio, è morto il coordinatore Latella

  • Mercatini di Natale: il Comune prova a mettere una 'pezza', il Comitato risponde 'picche'

  • Finti incidenti e truffe seriali alle assicurazioni: due avvocati a capo dell'organizzazione

  • "Oggi e sempre Viva Maria": da 58 anni grida con i fratelli di stanga il suo amore alla Patrona

  • L'albero dell'Ail davanti alla Pinacoteca: posizionato dai vigili del fuoco

Torna su
ReggioToday è in caricamento