rotate-mobile
Edifici scolastici sicuri

Media Pythagoras, avviso deserto: se il plesso restasse inagibile non c'è una sede idonea

Nessuno ha risposto alla proposta di locazione passiva da parte del Comune. E a breve arriveranno gli esiti dei carotaggi nelle altre scuole

Continua a vivere nell'incertezza del futuro la comunità della scuola media Pythagoras: dopo un anno scolastico in emergenza senza sede non sanno ancora cosa accadrà quando - a giorni - saranno conclusi i carotaggi in corso nel plesso chiuso per gravi problemi strutturali.

I lavori di verifica, lungamente attesi da quando (era ottobre) l'edificio della media fu dichiarato inagibile con un'ordinanza dell'allora sindaco facente funzioni Paolo Brunetti. I carotaggi erano stati ritardati per la necessità di rimodulare i costi dell'intervento, come chiesto dalla ditta appaltatrice, ed è presumibile che i risultati arriveranno ad anno ormai concluso. I dati emersi dagli esami statici diranno se le classi trasferite potranno rientrare il prossimo settembre, ma in previsione di un responso negativo il Comune aveva pubblicato un avviso per affittare un immobile idoneo ad ospitare la scuola. Scaduti i termini, però, la manifestazione d'interesse non è andata a buon fine perché non sono pervenute adesioni.

Un insuccesso di cui l'amministrazione ha dovuto prendere atto oggi con una determina del settore istruzione, che annuncia l'esito dell'avviso. Si tratta tra l'altro del secondo nulla di fatto, perché il comune, su richiesta del settore 11 (istruzione - sport - politiche giovanili - partecipate), aveva già vagliato gli edifici del proprio patrimonio immobiliare senza riuscire ad individuarne uno adatto. Adesso arriva pure l'indisponibilità dei privati, a cui si proponeva di acquisire un edificio in locazione passiva per la durata di sei anni. 

L'assessora comunale all'istruzione Anna Briante è delusa perché, oltre il singolo caso Pythagoras, l'avviso esplorativo aveva l'obiettivo di poter disporre di una sede scolastica temporanea anche in altre situazioni di urgenza. Ben 23 plessi scolastici cittadini di competenza dell'ente (infanzia, primaria e media) sono infatti  interessati da analisi tecniche nell'ambito del piano Scuole belle e sicure. La ricognizione, nell'ambito del progetto messo a bando nel 2022 con un finanziamento di circa un milione di euro, è suddiviso in lotti e prevede una serie di indagini strutturali e geognosiche sulla stabilità antisismica degli edifici. Quasi concluso il cronoprogramma dei carotaggi, non sono stati ancora comunicati i risultati. "Pensiamo che ci saranno consegnati al massimo entro la metà di giugno - afferma l'architetto Bruno Doldo, dirigente comunale responsabile dell'andamento del piano - L'auspicio è che non ci siano problemi di particolare gravità, ma qualche criticità è prevedibile perché sappiamo che sono tutti edifici con molti anni e ci saranno certamente da fare quanto meno piccoli interventi di manutenzione".

La Pythagoras è una vicenda a sé: quando il plesso di via Salita dell'aeroporto fu chiuso scoppiò la polemica e la protesta di molti genitori portò alla scoperta di un immobile molto fatiscente, durante un'infuocata commissione descritto come sul punto di crollare. All'epoca però sull'edificio erano stati eseguiti soltanto rilievi fotografici e per questo alcune famiglie avevano espresso dubbi sulla reale necessità di evacuarlo. A infervorare gli animi era stata la perdita di una settimana di lezione per i ragazzi senza sede e poi il disagio dello spostamento verso l'Ic Alvaro-Giudice Scopelliti. Una sistemazione poco comoda e lontana per i residenti a Ravagnese (principale bacino d'utenza della media Pythagoras), che avrebbe dovuto essere limitata nel tempo. Ma la promessa di effettuare e completare i carotaggi entro 70 giorni con la speranza di tornare nel plesso messo in sicurezza non è stata mantenuta e ora si teme di ritrovare lo stesso scenario a settembre.

Doldo non conferma né smentisce questo rischio: "Tutto dipenderà da quello che è stato riscontrato dai test, appena lo sapremo si capirà se quella scuola è davvero recuperabile con lavori poco impegnati. Al primo posto c'è però la garanzia che allievi e docenti siano al sicuro, e solo in quel caso potranno tornare".

Se così non fosse resta pressante la necessità di ricorrere a un piano B entro settembre, perché questi mesi sono stati molto difficili da sopportare per la popolazione della media di Ravagnese e comunque hanno richiesto grande sforzo anche alla scuola ospitante di Botteghelle. Una circostanza beffarda e paradossale vuole che entrambi gli istituti siano inseriti nel piano regionale di dimensionamento: a proposito di strutture, Pythagoras-Nosside, che accorpa l'Ic Moscato di Gallina, ne avrà oltre una ventina da gestire, spalmando gli allievi su un'area geografica vastissima ed eterogenea, a cui si aggiunge la quadra delle classi senza sede. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Media Pythagoras, avviso deserto: se il plesso restasse inagibile non c'è una sede idonea

ReggioToday è in caricamento