Giovedì, 18 Luglio 2024
L'avviso della società SdM / Villa San Giovanni

Ponte sullo Stretto, la fase partecipativa sugli espropri si chiude con qualche variazione

Scaduto il tempo delle osservazioni da parte degli interessati, sono stati ridotte alcune occupazioni temporanee

Prosegue l'iter per il Ponte sullo Stretto e da oggi non ci sarà più possibilità di presentare osservazioni da parte delle persone interessate alle procedure espropriative richieste dalla grande opera.  

La società Stretto di Messina ha pubblicato l'avviso di chiusura della fase di partecipazione degli interessati, riguardante i piani particellari e gli elenchi ditte dei soggetti interessati dalle procedure espropriative per il ponte sullo Stretto. Il piano di espropri, asservimenti e occupazioni temporanee è stato aggiornato proprio a seguito dell'istruttoria sulle osservazioni presentate dai soggetti titolati.

"In particolare - si spiega in una nota della società - l'impegno profuso da Stretto di Messina nella gestione degli sportelli informativi a Messina e Villa San Giovanni ha consentito una rilevante partecipazione dei soggetti interessati che hanno potuto ottenere informazioni e delucidazioni sugli elaborati espropriativi e formulare le loro osservazioni. In ragione del contributo fornito dagli stessi soggetti interessati, Stretto di Messina, con il supporto del contraente generale in qualità di progettista dell'opera, ha potuto procedere a una razionalizzazione e ottimizzazione di alcuni progetti di risoluzione delle interferenze e sono state riviste le previsioni progettuali sulla cantierizzazione con la conseguente riduzione degli asservimenti e delle occupazioni temporanee".

In via principale le modifiche hanno riguardato la riduzione delle fasce di rispetto dei cantieri. "L'odierna ripubblicazione - si legge ancora nella nota - dà evidenza di tutto ciò e si traduce con la significativa diminuzione dei soggetti che saranno interessati dalle procedure". I piani particellari e gli elenchi ditte dei soggetti interessati dalle procedure espropriative, aggiornati a seguito dell'istruttoria sulle osservazioni presentate dai soggetti titolati, sono pubblicati sui siti web di Regione Calabria, Regione Sicilia e Società Stretto di Messina. Si conclude così la nota: "L'apposizione del vincolo preordinato all'esproprio e la dichiarazione di pubblica utilità saranno decise con l'approvazione del progetto definitivo del ponte sullo Stretto di Messina da parte del Cipess. Gli espropri prenderanno avvio solo successivamente al Cipess, con gradualità in relazione allo sviluppo delle attività di realizzazione dell'opera".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte sullo Stretto, la fase partecipativa sugli espropri si chiude con qualche variazione
ReggioToday è in caricamento