L'annuncio

Ponte sullo Stretto, Mit: "Già partiti lavori ferroviari e stradali in Calabria e Sicilia"

Ecco gli investimenti per la rete stradale, autostradale e ferroviaria sul territorio regionale ed in particolare su Reggio e provincia

''Per valorizzare il Ponte sullo Stretto sono già partiti lavori ferroviari e stradali per miliardi di euro sia in Calabria che in Sicilia. Si tratta di investimenti senza precedenti''. Lo scrive il ministero delle infrastrutture e dei trasporti, ricordando le parole del ministro Matteo Salvini.

Gli investimenti in Calabria

Gli investimenti per la Calabria per la rete stradale e autostradale, gestita da Anas, è previsto un piano di investimenti complessivo pari a 12,8 miliardi, di cui: 1,125 miliardi di manutenzione programmata; 11,6 miliardi di investimenti: tra gli investimenti prioritari, si segnala la SS106 Jonica (circa 9 miliardi), alcuni miglioramenti funzionali dell’A2 e il completamento della SS 182, la Trasversale delle Serre.

In Calabria per la rete ferroviaria è previsto un piano di investimenti di 34,8 miliardi, di cui 16 miliardi di euro già finanziati. Tra questi: 15,921 miliardi per la Salerno-Reggio Calabria; 230 milioni per l’adeguamento tecnologico della linea Battipaglia e Reggio Calabria; 7 milioni per la Variante di Cannitello; 60 milioni per la Linea Rosarno-S. Ferdinando.

Gli investimenti in Sicilia

Per la rete stradale nazionale, ammontano a circa 15 miliardi di euro che saranno destinati per la realizzazione delle seguenti opere: Ragusa – Catania; adeguamento a quattro corsie della strada statale 640 strada degli scrittori Agrigento–Caltanissetta (investimento di 1 mld); raddoppio della carreggiata sulla strada statale 284 tra Paternò ed Adrano (500 mln).

In corso di aggiudicazione, la tangenziale di Gela (400 mln) e sono in corso le attività di progettazione della tangenziale di Palermo con collegamento alle autostrade A19 e A29, tangenziale di Agrigento, tangenziale di Catania e il collegamento Trapani/Mazara del Vallo/Marsala. Per il settore autostradale: 9° lotto dell’autostrada Siracusa – Gela, per un investimento di 500 milioni di euro; riqualificazione delle autostrade A18, A19 ed A20 con interventi di messa in sicurezza e adeguamento di opere d’arte e tratte autostradali, per oltre 100 milioni.

Per la rete ferroviaria, in Sicilia sono programmati investimenti per circa 13 miliardi di euro che saranno destinati al nuovo collegamento veloce Palermo – Catania – Messina (11,2 mld). Gli investimenti ''permetteranno lo sviluppo dei servizi ferroviari passeggeri e merci a lunga percorrenza, coerentemente con la struttura del territorio italiano e con le esigenze di connettività delle regioni meridionali'', afferma il Mit. Con tali interventi ''si ridurranno i tempi di percorrenza e aumenterà la capacità nella tratta Palermo-Catania. L’obiettivo è quello di realizzare 148 km di ferrovia ad alta velocità per passeggeri e merci entro giugno 2026''.

E' inoltre previsto il ripristino ed elettrificazione della linea Palermo-Trapani via Milo (280 mln), il bypass di Augusta (172 mln) e interventi per il nodo di Palermo e il nodo di Catania, per la linea Palermo-Agrigento-Porto Empedocle, per il collegamento con gli aeroporti di Trapani Birgi e di Fontanarossa, per la Caltagirone-Gela con un investimento complessivo di circa 600 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte sullo Stretto, Mit: "Già partiti lavori ferroviari e stradali in Calabria e Sicilia"
ReggioToday è in caricamento