rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Politica

Ok Pe a misure per i principali progetti Ten-T: c'è anche il ponte sullo Stretto

I deputati hanno approvato la creazione porti, ponti e terminali in tutta l'Ue, finanziando così progetti come la creazione del tunnel di base del Brennero, che collega l'Austria all'Italia, o quella della mega opera

L'Europarlamento riunito a Strasburgo ha approvato con 565 voti a favore, 37 contrari e 29 astenuti le nuove linee guida per lo sviluppo della Rete transeuropea dei trasporti (Ten-T), che coinvolge più di 420 città dell'Unione europea.

L'obiettivo, come riporta l'agenzia Dire, è quello di creare migliori condizioni per la mobilità lungo le principali strade e ferrovie dell'Ue, completando le connessioni entro il 2030. Per eliminare i collegamenti mancanti, i deputati hanno approvato la creazione porti, ponti e terminali in tutta l'Ue, finanziando così progetti come la creazione del tunnel di base del Brennero, che collega l'Austria all'Italia, o quella del ponte sullo Stretto di Messina.

Per quanto riguarda le ferrovie, la velocità minima di 160 km/h dovrebbe diventare la norma per i treni passeggeri a partire dalla fine del 2040, 100 km/h per le merci, e i treni attraverseranno le frontiere interne dell'Ue in meno di 25 minuti in media entro la fine del 2030.

Secondo le nuove regole, nelle principali strade dell'Ue dovranno essere allestiti parcheggi sicuri e custoditi almeno ogni 150 chilometri per garantire la sicurezza degli autotrasportatori. I progetti di infrastrutture di trasporto con la Russia e la Bielorussia saranno invece interrotti con lo scopo di rafforzare i legami con l'Ucraina e la Moldavia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ok Pe a misure per i principali progetti Ten-T: c'è anche il ponte sullo Stretto

ReggioToday è in caricamento