rotate-mobile
Le decisioni

Regione, dalla giunta via libera a concessioni demaniali marittime

Disco verde anche per impianti cimiteriali, attività cinematografiche e agricoltura

La giunta della Regione Calabria, nella seduta di ieri, su proposta del presidente, ha deliberato il supporto amministrativo e l’opzione procedurale sulle concessioni demaniali marittime, fluviali e lacuali.

È stato, poi, stabilito di dare indirizzo al Dipartimento regionale lavori pubblici per l’adozione degli atti necessari alla pianificazione e all’esecuzione degli “interventi di ampliamento e messa in sicurezza degli impianti cimiteriali dei Comuni calabresi”, da finanziare con le risorse che saranno rese disponibili sui Fondi di coesione e la cui scheda è stata è stata approvata con la delibera numero 83 del 4 marzo 2023 avente per oggetto “Fondo sviluppo e Coesione 2021-2027. Presa d’atto dell’accordo per lo sviluppo e la coesione delle Regione Calabria sottoscritto il 16 febbraio 2024”.

Con lo stesso atto deliberativo il Comune di Tarsia è stato individuato quale destinato ad ospitare i migranti deceduti. Al Comune sarà destinato uno specifico contributo finanziario.

Sempre su proposta del presidente, l'esecutivo, sulla base delle indicazioni fornite dalla Fondazione Calabria Film Commission, ha anche deliberato il Piano triennale (2024-2026) delle attività cinematografiche e audiovisive.

Inoltre, sono stata approvate due delibere dell’assessore regionale all’agricoltura. Una riguarda il disciplinare di produzione integrata della Regione Calabria per l’anno 2024 sulle “Tecniche agronomiche”. Per produzione integrata si intende quel sistema di produzione agro-alimentare che utilizza tutti i metodi, i mezzi produttivi e di difesa dalle avversità delle produzioni agricole volti a ridurre al minimo l’uso delle sostanze chimiche di sintesi e a razionalizzare la fertilizzazione, nel rispetto dei principi ecologici, economici e tossicologici. L’obiettivo è di coniugare tecniche produttive compatibili con la tutela dell’ambiente naturale con le esigenze tecnico-economiche dei moderni sistemi produttivi.

Con l’altro atto deliberativo è stato individuato quale referente dell’Organismo intermedio della Regione Calabria per l’attuazione del Programma operativo Feamp 2014-2020 e del Programma nazionale Feampa 2021-2027, l’attuale dirigente generale reggente del dipartimento Agricoltura, Giuseppe Iiritano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, dalla giunta via libera a concessioni demaniali marittime

ReggioToday è in caricamento