rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Palazzo Campanella

Regione, "Il consiglio non è proprietà privata, urge varare commissioni"

E' quanto affermano in una nota congiunta Amalia Bruni, leader dell'opposizione, Nicola Irto, capogruppo del Pd e Davide Tavernise (M5S)

"Così non va bene. Non possiamo ritrovarci all'ultimo momento nell'ordine del giorno del Consiglio regionale proposte neanche accennate nella conferenza dei capigruppo. E una mancanza di rispetto nei confronti di tutto il Consiglio". Così in una nota congiunta Amalia Bruni, leader dell'opposizione nel Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, capogruppo del Pd, e Davide Tavernise (M5S).

"Tutti gli argomenti - spiegano - hanno bisogno del tempo necessario per esser studiati in modo serio, altrimenti la loro discussione diventa senza costrutto. Non si possono decidere delle cose nella conferenza dei capigruppo e trovarcene altre quando si tratta di affrontarle in seno all'Assise regionale. L'Istituzione è una cosa seria che appartiene a tutti e non solo a una parte politica che decide di farne ciò che vuole autonomamente. Cosi non ci stiamo, tutti devono avere le stesse garanzie, altrimenti viene meno quel ruolo di garante che è proprio dell'opposizione".

"Chiediamo, quindi - concludono - che prima della riunione del Consiglio di martedì prossimo venga ridiscusso quest'ordine del giorno riconvocando la conferenza dei capigruppo. E naturalmente, per consentire in futuro un lavoro serio e scrupoloso, occorre varare urgentemente le commissioni, luogo naturale di discussione e approfondimenti. Non tollereremo più da ora in avanti l'utilizzo del Consiglio come se si trattasse di una proprietà privata. Sarebbe uno schiaffo a quella parte dell'elettorato che ci ha votato".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, "Il consiglio non è proprietà privata, urge varare commissioni"

ReggioToday è in caricamento