Rifiuti, Meetup Reggio 5 Stelle: "Foti sfata il falso mito dei soldi che mancano”

Il commento del movimento al recente incontro sul tema svolto al parco Ecolandia. "Alcuni dei candidati non si sono presentati”, sottolinea la nota

Rifiuti in città (foto archivio)

Parco Ecolandia grande teatro di un incontro sull'emergenza rifiuti. Nella serata del 9 settembre, infatti, le due associazioni Rifiuti zero e Differenziamoci differenziando hanno organizzato l'evento per discutere l'annoso problema della spazzatura. Presenti alcuni candidati a sindaco della città di Reggio Calabria.

Il Meetup Reggio 5 Stelle ha commentato l'intera iniziativa. Nella nota a riguardo si legge: "Tema molto caro ai cittadini, quello dei rifiuti, ma evidentemente non molto sentito da alcuni dei candidati che non si sono presentati né hanno delegato un loro 'consigliere' per presidiare all’incontro e fornire le risposte , basate sul programma, che riguardano questo grave problema che la città subisce ormai da mesi.

Grande assente - sottolinea il Meetup - l’ormai sfuggevole Minicuci, che diserta sistematicamente ogni confronto con gli avversari e si dice più propenso a parlare con i cittadini, senza però pensare che tale incontro era stato voluto e promosso proprio da questi ultimi; insieme al candidato di centro destra, altra grande assente la Marcianò che pure si diceva così attenta al problema rifiuti. Entrambi hanno dunque perso l’ennesima occasione di confronto diretto su un argomento diventato ormai di vitale importanza per Reggio Calabria.

Per quanto riguarda invece gli altri 'assenti', tra cui lo stesso Falcomatà, hanno avuto almeno la decenza - riflette il movimento - di mandare un loro delegato sebbene quello scelto dal sindaco uscente, tale Filippo Sorgonà non faccia neppure parte dell’attuale amministrazione ed anzi abbia (fino a non molto tempo fa) espresso disprezzo e critiche pungenti sull’operato dello stesso che ieri, invece, rappresentava.

Non nega mai la sua presenza - ribadisce il Meetup - a qualsiasi tipo di confronto pubblico, il nostro candidato sindaco Dott. Fabio Foti il quale, nonostante i mille impegni, trova sempre il tempo per parlare ed esporre i progetti e le idee che il Movimento 5 stelle ha per trasformare Reggio, città metropolitana solo sulla carta, in una città 'normale', La strategia 'rifiuti zero' espressa dal nostro candidato altro non è che la ricetta dettata dall’unione europea già da diversi anni e totalmente disattesa da tutte le amministrazioni succedutesi a palazzo San Giorgio.

Fabio Foti sfata il falso mito - si legge ancora nella nota - dei 'soldi che mancano', portato da sempre avanti come alibi per le condotte fallimentari di tutte le amministrazioni da destra a sinistra, i soldi ci sono e si devono spendere per migliorare la qualità di vita dei reggini. Senza progetti validi i finanziamenti europei tornano indietro non spesi, senza un controllo capillare per scovare gli evasori tributari (circa il 42% dei reggini evade la TARI, uno su 2 non la paga) ,senza un sistema differenziato 'misto' come da direttive europee, senza un’attenzione nei confronti delle società miste a cui si affida il delicato compito della raccolta, senza impianti industriali di stoccaggio e smaltimento dei rifiuti e senza una politica tributaria 'premiale' verso i cittadini virtuosi, da questo pantano non se ne uscirà più.

E’ ormai sotto gli occhi di tutti - secondo il movimento - il totale fallimento della giunta capitanata da Giuseppe Falcomata’ che, in continuità con quella che l’ha preceduta, ha lasciato un comune in predissesto e con un debito più che raddoppiato, non ha vigilato sull’azienda di raccolta e smaltimento rifiuti AVR (adesso coinvolta nell’ennesima inchiesta di clientelismo e corruzione e per questo commissariata) ed ha avviato una raccolta differenzata porta a porta totalmente inadeguata per una città di 180 mila abitanti e 33 quartieri tutti con caratteristiche e densità abitative diverse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Governare una città come Reggio non è facile, ma fare addirittura - termina la nota - peggio dei commissari prefettizi sembrava fantascienza, invece è la triste realtà che vivono oggi i reggini."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm contro il Covid: stop anticipato a ristoranti e bar, no al divieto di circolazione

  • Nuove misure contro il Coronavirus, verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • La Calabria verso il coprifuoco e la chiusura delle scuole: in arrivo nuova ordinanza regionale

  • Falcomatà battezza la sua nuova giunta: "Capaci di vincere le partite più difficili"

  • "Batteri coliformi nell'acqua", scatta il divieto per uso alimentare in alcune zone della città

  • La droga in Sicilia arrivava via mare, due arresti sulle acque dello Stretto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ReggioToday è in caricamento