La lettera / San Lorenzo

San Lorenzo, l'ex assessore Pizzi traccia il bilancio delle cose fatte dall'amministrazione Floccari

Nella lunga missiva alla cittadinanza, l'ex amministratrice ricorda i progetti portati avanti ed i risultati raggiunti in quindici mesi

Il Comune di San Lorenzo sarà commissariato, dopo le dimissioni di sette consiglieri comunali. Caduta l'amministrazione comunale si fermano anche i progetti in corso e per questo ecco che l'assessore Francesca Pizzi, ormai ex, ha deciso di prendere carta e penna e inviare una lettera ai cittadini per esprime tristezza per le sorti di San Lorenzo.

"Ho aspettato un po’ prima di scrivere perché la notizia delle dimissioni dei sette consiglieri, tra cui il vicesindaco, - afferma Pizzi - mi ha fatto provare grande tristezza, delusione e non vi nego, anche rabbia per le sorti di un Comune che ormai da anni sembra vittima di una maledizione… Anche questa amministrazione è caduta e da qui a breve, avremo di nuovo un commissario.

Che la situazione fosse difficile, tutti ne eravamo consapevoli e abbiamo anche toccato con mano quanta difficoltà abbiamo trovato per costituire una lista di cui pareva che nessuno voleva farne parte. I miei colleghi più di me, hanno bussato a molte porte chiedendo la disponibilità alla candidatura. Per candidarsi, ci voleva coraggio! Proprio così, ce lo hanno detto in tanti… Ebbene, fatta la squadra e individuata la figura del sindaco che è stato voluto prima da noi e poi da 1003 laurentini (il 92% degli aventi diritto al voto), abbiamo cominciato questa avventura con molto coraggio".

"Non posso negare che tutti i colleghi si sono spesi  - continua l'ex assessore - per vedere qualche risultato in un Comune vastissimo in cui le frazioni sono tante e gli abitanti (tributi), pochi. La prima difficoltà che abbiamo dovuto affrontare, è stata quella della carenza di personale. Ci siamo trovati un ufficio tecnico deserto per effetto dei trasferimenti di due tecnici che per anni sono stati il punto di riferimento dell’ente. L’assenza di un segretario decaduto con la fine del commissariamento che ci ha portati a poterci insediare il primo luglio cioè dopo più di 10 giorni dalle elezioni e solo grazie alla disponibilità di un professionista che poi ci ha seguiti fino alla fine".

"Sono stati individuati tutti i progetti in essere e questo grazie soprattutto ad uno dei colleghi oggi dimissionari che non si è risparmiato nel seguirli. Mi duole sentire parlare oggi di quei progetti da chi non li ha mai vissuti e che ha potuto apprendere qualcosa solo attraverso le parole di chi ci ha messo davvero le mani. Le vicende che si sono susseguite sono state difficili da gestire, mi riferisco al cambio delle figure apicali di alcuni settori, ma posso dirvi che niente è impossibile per chi ci crede veramente e mi rammarico sinceramente per le dimissioni dei miei colleghi che, evidentemente, non hanno più creduto nella possibilità di svoltare le sorti del nostro amato San Lorenzo".

"Per quanto mi riguarda - aggiunge Pizzi -  sento di dover ringraziare dal profondo del cuore chi mi ha sostenuto facendomi risultare la prima degli eletti; tutti i coloro che in questi 15 mesi hanno imparato a conoscermi ed apprezzarmi; tutti i laurentini anche quelli da cui sono arrivate critiche aspre. Sono cresciuta grazie a tutti voi.

Lo stesso impegno che ho portato avanti dal primo giorno del mio mandato, con sentimenti sinceri di lealtà, onestà e correttezza, per quanto possibile, lo continuerò a portare avanti. Il mio personale ringraziamento va anche ai colleghi che sono rimasti fino alla fine, a Demetrio Moscato e Antonino Zumbo presidente del Consiglio in questa amministrazione. Al sindaco Giuseppe Floccari che ha messo nella guida di questo comune onestà, lealtà e modalità che forse sono di altri tempi e che a volte non vengono riconosciute.

Ai miei colleghi dimissionari, auguro ogni bene. Vi sono grata per quanto ognuno di voi ha portato nella mia vita attraverso tutte le esperienze, belle e brutte che abbiamo condiviso in questi mesi. Ringrazio i dipendenti del nostro comune, veri motori di una macchina vecchia e carente di tutto che si sono saputi organizzare nel tempo interpretando con fatti concreti il concetto di resilienza che ha permesso loro di andare avanti con onore. Infine, voglio ringraziare tutte le figure apicali per quanto hanno potuto fare.

Un grazie particolare a tutte le associazioni, i volontari e quanti hanno collaborato a diverso titolo aiutando l’amministrazione per il bene della nostra comunità. Si poteva fare di più? Si può sempre fare di più, però voglio riportare, almeno in parte, quanto questa amministrazione ha fatto in pochi mesi di lavoro".

Francesca Pizzi

L'ex assessore Pizzi, quindi, dopo i ringraziamenti, passa ad analizzare i progetti portati avanti dall'amministrazione Floccari e punto per punto ricorda le cose fatte in pochi mesi. Dice Pizzi: "Ripristino e messa in sicurezza della strada che da San Lorenzo porta a San Pantaleone (fiinanziamento di 965.000 euro). I lavori sono cominciati lunedì, percorsi ecosostenibili e di geo-turismo esperenziale, a piedi e in bicicletta, nel bacino della fiumara Amendolea. Comune di San Lorenzo capofila. Progetto per il quale è già stata fatta la gara. Finanziati 400.000 euro. Purtroppo la mancanza del tecnico perché’decaduto, non permette l’affidamento dei lavori.

Ancora la palestra all’aperto nella frazione Marina di San Lorenzo (quasi ultimata); i lavori di manutenzione della scuola di Marina di San Lorenzo per euro 27.095, a seguito di incontro avvenuto con la ditta, sarebbero dovuti iniziare il giorno 18 c.m.. Ovviamente, a causa delle dimissioni dei consiglieri, il tecnico è decaduto e al momento pertanto non si è in grado di formalizzare l’inizio dei lavori. Digitalizzazione dei servizi comunali: CLOUD – Esperienza del Cittadino – Piattaforma digitale (fiinanziati rispettivamente: 47.427,00 – 79.922,00 – 10.172,00. Servizi affidati. Finanziamento per il riefficientamento energetico delle scuole comunali, annualità 2023 - importo 50.000,00- il progetto esecutivo è stato approvato
ed aggiudicati i lavori che ovviamente non possono procedere per effetto della mancanza del tecnico comunale.

Poi c'è la progettazione del borgo della gentilezza, nella frazione di Chorio per la riqualificazione della scuola media in disuso da adibire a reception e posti letto per la promozione del turismo religioso e sociale; riqualificazione della piazzetta sita nella via San Gaetano Catanoso da adibire a zona gioco per i più’ piccoli e riqualificazione della Piazza San Pasquale. Progetto in corso;  atto di indirizzo per l'utilizzo dei fondi marginali ( 77.000 circa) per il finanziamento di nuove attività ricettive proposte da privati a sostegno del turismo. E’ stato approvato il bilancio di previsione in giunta previa istituzione dei capitoli di spesa per l’inserimento della raccolta differenziata, l’aumento delle ore lavorative per il personale dipendente, l’installazione della videosorveglianza nel territorio comunale, la mensa scolastica, gli assistenti educativi, il servizio scuolabus".

Questo è quanto fatto, ma non solo, in 15 mesi di amministrazione comunale a San Lorenzo e adesso tutto si ferma e toccherà al commissario portare avanti l'ordinaria amministrazione fine alle prossime elezioni comunali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Lorenzo, l'ex assessore Pizzi traccia il bilancio delle cose fatte dall'amministrazione Floccari
ReggioToday è in caricamento