Lunedì, 25 Ottobre 2021
Politica

Sanità, Amalia Bruni: "L'autonomia differenziata darà la mazzata finale"

"Questa norma è un ostacolo serio alla tutela della salute in Calabria" sostiene la consigliera regionale del centrosinistra

"L'autonomia differenziata darà la mazzata finale al nostro sistema regionale sanitario. Abbiamo bisogno di altro. Se necessario chiederemo a Mario Draghi e a Speranza di ascoltarci" è quanto afferma la consigliera regionale calabrese Amalia Bruni già candidata alla presidenza con il centrosinistra e M5s.

"Cosi non va - aggiunge - noi ci aspettiamo un aiuto dal governo nazionale per risolvere i nostri problemi e non un ulteriore affossamento. Questa norma è un ostacolo serio alla tutela della salute in Calabria. Una ulteriore minaccia al già compromesso sistema sanitario regionale".

"E' un progetto che servirà solo a dare la mazzata finale al martoriato sistema sanitario regionale - afferma - l'autonomia differenziata, ex articolo 116 della Costituzione di fatto metterebbe in ginocchio tutto il comparto. Siamo già ai minimi storici per i punteggi Lea e abbiamo dati impietosi e drammatici sulla mobilità passiva che pesa per circa un miliardo l'anno per costi diretti e indiretti. Così rischiamo di cancellare per i calabresi l'articolo 32 della Carta costituzionale con il quale si sancisce il diritto inequivocabile alla salute".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, Amalia Bruni: "L'autonomia differenziata darà la mazzata finale"

ReggioToday è in caricamento