rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Politica

Sanità, Saccomanno: "Chi non vuole che Bortoletti sia subcommissario"

Il commissario regionale della Lega perché ancora non è stata emessa l'autorizzazione

"Ad oltre trenta giorni dalla nomina del colonnello Bortoletti" a subcommissario della Sanità calabrese "non è stata emessa la necessaria autorizzazione da parte dell'Arma dei carabinieri. Perché?". Così in una nota il commissario regionale della Lega in Calabria, Giacomo Francesco Saccomanno.

"Abbiamo immediatamente plaudito alla nomina del colonnello Bortoletti - aggiunge -, esperto della materia che ha dato risultati eccezionali in altre regioni e che avrebbe dovuto rappresentare il punto di riferimento per una riorganizzazione seria e competente, previa verifica delle certe e pacifiche illegalità compiute nel passato".

"Certo è che - sottolinea Saccomanno - alcuni ambienti non hanno gradito la sua nomina, in quanto la sua attività avrebbe sicuramente portato alla eliminazione del malaffare e alla scoperta delle evidenti illiceità che hanno impedito, allo stato, la redazione dei bilanci".

"Chi non vuole Bortoletti in Calabria?", si domanda Saccomanno, "chi tenta di mantenere una situazione irreale di illegalità che ha danneggiato tutti i calabresi e distrutto la sanità? Chi impedisce di far scoprire il pentolone del malaffare? Certo non i calabresi onesti. Certo non il presidente Occhiuto. Ed allora? Situazione sicuramente imbarazzante ed inquietante, che però deve essere affrontata da tutti e definita al più presto. La Calabria non può attendere oltre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, Saccomanno: "Chi non vuole che Bortoletti sia subcommissario"

ReggioToday è in caricamento