Domenica, 14 Luglio 2024
Lavori pubblici / Villa San Giovanni

Rifiuti, a Villa approvato progetto di fattibilità del centro comunale di raccolta

Adesso per realizzare l'attesa isola ecologica bisognerà correre perché l'intervento è in scadenza a fine anno

A Villa San Giovanni è stato fatto il primo passo concreto verso il centro comunale di raccolta rifiuti solidi urbani e assimilabili. L’esecutivo ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica redatto dall’architetto Elio Conte relativo ai lavori di realizzazione dell'isola ecologica, per un importo complessivo di 250mila euro a valere sui Por Calabria Fesr 2014 2020 – asse 6 – obiettivo Specifico 6.1 – azione 6.1.2 – attuazione piano di azione interventi per il miglioramento del servizio di raccolta differenziata in Calabria.

Ora però si dovrà correre, spiegano in una nota il sindaco, la giunta e il gruppo Città in Movimento, perché l’intervento (finanziato nel 2016) è in scadenza a dicembre 2023 e la città aspetta il centro di raccolta da troppo tempo. L'isola ecologica permetterà infatti l'abbattimento dei costi per i cittadini con un sistema di premialità per chi “più differenzia meno paga”; l'abbattimento dei costi di raccolta e conferimento anche per l’ente; e il miglioramento del decoro e della pulizia in città.

Come si ricorda nella nota, il finanziamento ha avuto diverse vicissitudini legate alle diverse individuazioni delle aree in cui realizzarlo, tanto che dal 2021 non se ne era più parlato.

Adesso il centro sorgerà in un’area di proprietà Anas data in concessione al comune con vincolo di destinazione: si tratta dell’ex campo sportivo Agip in località Case Alte nelle immediate adiacenze della stazione di servizio autostradale ovest, un’area sub vincolo ponte sullo Stretto.

Si legge nella nota: "Il centro si realizzerà nonostante il vincolo posto dal Governo per la realizzazione del ponte, dopo una seria interlocuzione con la società Stretto di Messina; l'opera sarà realizzata come prevista e progettata e poi, se mai sarà realizzato il ponte, la società sposterà a sua cura e spese il centro di raccolta in altra area che presenti le stesse caratteristiche di funzionalità per i villesi".

La maggioranza continua dunque a lavorare senza sosta "per tutelare l’interesse comune in una delicatissima fase legata alla ripresa del progetto del ponte".

L’area individuata per il centro di raccolta comunale si presta, infatti, per localizzazione e morfologia del terreno ed è da giugno che il settore lavori pubblici qualità urbana e ambientale ha approvato gli esiti di gara negoziata per l’affidamento dell'incarico per la redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica, del progetto definitivo/esecutivo, della produzione degli atti e dei documenti necessari al rilascio di eventuali nulla osta o autorizzazioni, della direzione dei lavori, del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, contabilità e certificato regolare esecuzione.

“Quest'amministrazione - dichiara l’assessore ai servizi Ruggero Marra - si è da subito impegnata sul tema dei rifiuti e del decoro urbano e con l'approvazione di questo progetto, lo studio della gara per la raccolta dei rifiuti (che si sta approfondendo al fine di una prossima pubblicazione) e la modifica del regolamento comunale che andrà ad ovviare a una serie di criticità presenti e per adeguarci agli standard europei, con progressiva diminuzione della frazione indifferenziata, si vuole dare nuovo input. In questi mesi abbiamo, peraltro - aggiunge - voluto verificare la resa di interventi ad hoc in modo da valutarne l'efficacia al di fuori di una gara più ampia e complessa quale quella che stiamo per mandare a bando”. 

Una volta messa in atto la repressione sul territorio per quanti creano micro discariche in città e non conferiscono secondo le norme i rifiuti (oltre 50 le sanzioni elevate negli ultimi due mesi tra attività commerciali e privati che hanno disatteso alle regole del vivere civile), questo primo anno è servito alla giunta anche per accorgimenti sul servizio di pulizia spiagge, manutenzione verde pubblico, pulizia cunette e caditoie, al fine di rendere ordinari questi servizi con una programmazione per i prossimi anni. Si conclude la nota: "Abbiamo bisogno di diventare una città in cui l'ordinario 'viaggia da sé', programmato e coperto in bilancio. Sono stati necessari accorgimenti e tempi giusti per compiere scelte consapevoli nell'interesse comune, valutando risorse economiche ed umane a disposizione dell'ente, per mantenere l'impegno assunto già in campagna elettorale: i servizi obiettivo prioritario della nostra azione amministrativa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, a Villa approvato progetto di fattibilità del centro comunale di raccolta
ReggioToday è in caricamento