Si è conclusa la XII^ edizione delle Giornate cardio-metaboliche reggine

Tre lunghe e intense sessioni, nel corso delle quali hanno relazionato 50 professionisti, provenienti da tutta Italia, che hanno trattato argomenti scientifici di grande attualità

Da sinistra Perrone, Indolfi e Amodeo

Si è conclusa sotto i migliori auspici la XII^ edizione delle Giornate cardio-metaboliche reggine, organizzate dai dottori Enzo Amodeo e Giovanni Perrone. Tre lunghe e intense giornate, nel corso delle quali hanno relazionato oltre 50 professionisti di chiara fama, provenienti da tutta Italia, che hanno trattato argomenti scientifici di grande attualità e molto ridondanti sullo scenario della cultura cardiologica e diabetologica. 

Interventi di alto contenuto scientifico hanno tenuto impegnati oltre 400 iscritti tra medici, infermieri, farmacisti, dietisti e biologi, attenti all’evoluzione delle tecniche ed alle innovazioni, sempre più interessanti ai fini di un corretto percorso diagnostico- terapeutico-assistenziale dei pazienti che afferiscono al sistema sanitario nazionale. 

L’obiettivo di mettere a fuoco, attraverso vari momenti di confronto, le patologie della nostra epoca, è stato centrato in pieno, anche per l’efficienza di una perfetta organizzazione, supportata dallo staff di operatori messi a disposizione dalla presidenza del Consiglio Regionale della Calabria, che ha voluto patrocinare l’evento formativo. Il coinvolgimento dei vertici delle più rappresentative associazioni scientifiche cardiologiche (Anmco, Sic, Ifc ) e diabetologiche (Amd) ha arricchito di contenuti una manifestazione che, nel tempo, si è accreditata tra le più interessanti sul territorio nazionale. 

Le XI sessioni, all’interno delle quali si è discusso di: ipertensione arteriosa, scompenso cardiaco, disordini del ritmo cardiaco, malattie del circolo coronarico e polmonare, cardiopatie strutturali e cardiochirurgia, diabete e sue complicanze, nutraceutica e disordini alimentari nell’adulto ed in età pediatrica, rapporti con la medicina del territorio per una gestione integrata delle cronicità; sono state sapientemente moderate da esperti professionisti che hanno animato un’interessante discussione interattiva con i partecipanti, sempre più attenti e interessati. Il congresso, accreditato presso il ministero della salute, per l’attribuzione dei crediti formativi obbligatori per gli operatori sanitari, si è concluso con la premiazione delle opere artistiche elaborate dagli studenti dell’Accademia delle Belle Arti, coordinati dalle docenti Domenica Galluso e Giovanna Mandalari, che hanno donato un dipinto raffigurante il cuore, nelle sue varie accezioni, alla Unità operativa di cardiologia-Utic di Polistena, diretta dal dottor Enzo Amodeo, come segno di riconoscenza per l’impulso dato in termini di crescita del reparto.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa nella serata finale di Festa Madonna: diverse persone finiscono in Questura

  • Inizio anno scolastico, mancata nomina assistenti disabili: l'intervento di Marziale

  • Assistenti educativi in protesta, Nucera: "Il servizio partirà dopo la prima settimana di ottobre"

  • Prende forma la Polisportiva Giulio Campagna, società pronta a durare nel tempo

  • Brancaleone, incidente tra auto e pulmino: un morto e due feriti

  • Stretta dei Nas sul territorio: sequestrata una clinica e locali chiusi in provincia

Torna su
ReggioToday è in caricamento