A Reggio l'inaugurazione dello Sportello per i bisogni socio sanitari dei cittadini

L'Osservatorio vuole essere una bussola di orientamento in questo particolare momento di profondo e prolungato smarrimento della sanità pubblica locale

Mercoledì 15 maggio, alle 16.30, la sede decentrata dell'ex circoscrizione di Tremulini, ospiterà l'inaugurazione di uno sportello pubblico, istituito lo scorso anno dal Consiglio comunale, quale porta aperta e riferimento per tutti i cittadini, in particolar modo i più fragili, che presentano bisogni di salute.

L'obiettivo è di proporre un nuovo approccio culturale che tenga presente i bisogni sociali che sono di ostacolo alla promozione della salute tra la popolazione residente. All'interno dello sportello, aperto inizialmente, nei giorni di martedì e giovedì dalle 9.00 alle 12 e dalle 15 alle 18, non si effettueranno visite mediche, nè altre prestazioni sanitarie se garantite dai servizi già esistenti sul territorio comunale. Tuttavia la persona che vive un’esperienza di malattia ha bisogno di sentirsi accolta, compresa, perché possa esprimere la propria sofferenza ed essere accompagnata verso i servizi e le strutture più adeguate a soddisfare il proprio bisogno di diagnosi e cura.

Molto spesso infatti i cittadini privi di validi riferimenti sul territorio rinunciano alle cure e spesso affollano i pronto soccorso degli ospedali. Lo sportello vuole essere quindi una bussola di orientamento in questo particolare momento di profondo e prolungato smarrimento della sanità pubblica locale. Per raggiungere questi risultati si avvarrà della disponibilità di un gruppo di volontari con specifiche competenze per la realizzazione della partecipazione attiva, gratuita ed incondizionata dei cittadini alla vita pubblica. 

Al taglio inaugurale del nastro è prevista la partecipazione del presidente del Consiglio regionale Nicola Irto, dei delegati alla sanità Valerio Misefari e Filippo Bova, dei presidenti delle commissioni consiliari Antonino Nocera e Paola Serranò, dell’assessore al Welfare Lucia Nucera, dei garanti dei diritti dei minori comunale e metropolitano Giovanna Campolo ed Emanuele Mattia, nonché di operatori sanitari e rappresentanti di movimenti ed associazioni della comunità reggina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa nella serata finale di Festa Madonna: diverse persone finiscono in Questura

  • Inizio anno scolastico, mancata nomina assistenti disabili: l'intervento di Marziale

  • Assistenti educativi in protesta, Nucera: "Il servizio partirà dopo la prima settimana di ottobre"

  • Prende forma la Polisportiva Giulio Campagna, società pronta a durare nel tempo

  • Brancaleone, incidente tra auto e pulmino: un morto e due feriti

  • Stretta dei Nas sul territorio: sequestrata una clinica e locali chiusi in provincia

Torna su
ReggioToday è in caricamento