rotate-mobile
Scuola

Inaugurato l'anno scolastico del Carducci – Da Feltre: ospiti i calciatori della Reggina

Dopo il benvenuto del dirigente scolastico Sonia Barberi, sono intervenuti i rappresentanti di istituzioni, forze dell’ordine e associazioni del territorio

Una grande festa, un meraviglioso successo. Per gli studenti dell’Istituto comprensivo Carducci – V. Da Feltre di Reggio Calabria l’anno scolastico è iniziato nel migliore dei modi: con un evento carico di entusiasmo e allegria, ma anche ricco di insegnamenti, dai valori dello sport all’importanza della pace.

L’evento, intitolato “Artigiani di pace… sulle ali dello sport”, si è svolto nello spazio antistante la sede della scuola Carducci, in piazza Unicef. Ad aprire la manifestazione, presentata dal professore Domenico Nasone, il coro degli alunni dell’Istituto, che per l’occasione hanno intonato il famoso brano “We are the Champions”.

Dopo il benvenuto del dirigente scolastico Sonia Barberi, sono intervenuti i rappresentanti di istituzioni, forze dell’ordine e associazioni del territorio. Ospiti speciali, poi, i calciatori e alcuni membri dello staff della Reggina.
"È sempre emozionante poter vedere una piazza della città così gremita di bambini e ragazzi entusiasti e desiderosi di iniziare al meglio il nuovo percorso didattico", ha affermato dal sindaco facente funzioni della Città metropolitana di Reggio Calabria, Carmelo Versace.

"Bellissimo anche il messaggio che questa mattinata di festa ha voluto veicolare - ha poi aggiunto Versace -, ovvero lo sport quale strumento di pace e coesione tra i popoli”. Anche Maria Stefania Caracciolo, viceprefetto di Reggio Calabria, ha espresso soddisfazione per i valori trasmessi, specie quelli legati alla “cittadinanza attiva".

L’idea del tema che ha fatto da sfondo alla manifestazione è nata dalla convinzione secondo cui la scuola deve essere un luogo dove poter apprendere il valore della pace, dove vivere e crescere nel riconoscimento e nel rispetto dei diritti umani. Un valore che va di pari passo con quelli trasmessi dallo sport.

Secondo il ministero dell’Istruzione, infatti, “praticare attività sportive favorisce, da un lato, lo sviluppo di competenze personali, migliora l’autostima e l’autonomia e insegna a gestire ansia e stress; stimola, dall’altro, anche la capacità relazionale, l’adattamento all’ambiente e l’integrazione sociale”. Per tali motivi, il Carducci – V. Da Feltre riserva uno spazio particolare allo sport nelle attività didattiche, curriculari ed extracurriculari, grazie anche al supporto di società sportive attive sul territorio.

"Questa manifestazione ha colto il momento difficile che stiamo vivendo a livello internazionale”, ha detto Lucia Nucera, assessore all'istruzione del Comune di Reggio Calabria, presente all’evento. "Mai come in questo momento – ha continuato- dobbiamo parlare di pace. Il titolo ‘Artigiani di pace’ è importante perché investe i nostri ragazzi a costruire la pace, a partire dalle proprie classi e attraverso lo sport", ha aggiunto.

Nel corso della manifestazione, alcuni studenti dell’Istituto hanno mostrato i loro talenti, come gli atleti della Lumaka basket che hanno palleggiato sulle note di “We will rock you”, quelli della Virtus ginnastica che si sono esibiti sulle note di “Bohemian Rhapsody”, quelli dell’Accademia della Scherma con “Formula 1 theme” e i giovani tennisti del Circolo Polimeni che hanno mosso le loro racchette al ritmo di “Viva la libertà”. La musica, quindi, ha accompagnato e scandito i vari momenti dell’evento, permettendo ai giovani studenti dell’Istituto di comprendere meglio il rapporto tra i valori dello sport e la pace.

L’ensemble dell’indirizzo musicale della scuola secondaria Vittorino da Feltre ha incorniciato la manifestazione. Poi il momento tanto atteso: l’incontro con i rappresentanti della Reggina. Sotto gli alberi della piazza Unicef, i piccoli
studenti della scuola primaria Melissari hanno lanciato un pallone da calcio ed è iniziata la magia: un entusiasmante show di palleggi tra gli alunni dell’Istituto, il difensore amaranto Federico Giraudo e il portiere della Reggina Simone Colombi. E non solo, perché i due calciatori del club hanno voluto lasciare un messaggio di incoraggiamento ai ragazzi.

"I veri protagonisti - ha detto il portiere Simone Colombi - siete voi perché siete tantissimi, colorati e carichi di entusiasmo. L’augurio più grande è quello di divertirvi sempre, a scuola e nelle vostre attività. "Quando siamo arrivati sembrava di entrare al Granillo - ha osservato Federico Giraudo - È stata un’accoglienza magnifica, veramente emozionante e abbiamo avuto la fortuna di vedervi nelle vostre attività. Siete molto bravi", ha aggiunto il calciatore della Reggina, indirizzando agli allievi del Carducci – V. Da Feltre un “augurio di continuare così e di seguire sempre la pace".

Con i calciatori erano presenti il responsabile della comunicazione del club, Ferdinando Ielasi, il videomaker Luca
Rovito e il fotografo ufficiale Maurizio Laganà. “Il bilancio di questo evento di inaugurazione dell’anno scolastico - ha affermato il dirigente scolastico del Carducci – V. Da Feltre, Sonia Barberi - è decisamente positivo. Lo si legge dall’entusiasmo degli studenti e delle studentesse. I valori che sono stati messi in campo, che sono quelli del fair play, della condivisione, della sinergia e del rispetto – ha aggiunto -, aiutano a cominciare questo anno scolastico all’insegna dell’obiettivo prioritario del nostro Istituto: il raggiungimento del successo formativo di tutti e di ciascuno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurato l'anno scolastico del Carducci – Da Feltre: ospiti i calciatori della Reggina

ReggioToday è in caricamento