rotate-mobile
Il progetto / Catona

Percorso "Salute & ambiente" la manifestazione finale dell’istituto Radice Alighieri di Catona

Un interessante evento formativo conclusivo per sottolineare l’importanza della tutela dell’ambiente da parte delle nuove generazioni e come la scuola debba fare la sua parte

Si celebra dal 1972 la giornata mondiale dell’ambiente, che rappresenta il principale veicolo dell’Onu per incoraggiare la consapevolezza e l’azione a livello mondiale a favore dell’ambiente. 

La giornata del 2024, ospitata dall’Arabia Saudita, è stata dedicata al ripristino del territorio, al problema della desertificazione e alla resilienza alla siccità con lo slogan “La nostra terra. Il nostro futuro. Siamo #Generation Restoration#”.

Anche l’istituto comprensivo Radice Alighieri, da sempre vicino alle tematiche ambientali, ha voluto celebrare questa giornata con un interessante evento formativo, conclusivo del percorso “Salute & ambiente”, tenutosi presso la scuola primaria, che, durante l’intero anno scolastico, ha dato molti spunti di riflessione agli alunni. 

L’incontro, che ha visto la partecipazione del presidente del Consiglio comunale di Reggio Calabria, Enzo Marra; di Sandro Giuffrida e di Elena Nasso, rispettivamente direttore del dipartimento prevenzione dell’Asp di Reggio Calabria e dirigente medico dello stesso; delle associazioni In Cammino, Nuova solidarietà, Collina del sole, Proloco Calanna, PlasticFree, Legambiente Circolo città dello Stretto; è stato introdotto dalla dirigente scolastica, Simona Sapone.

Quest’ultima ha sottolineato l’importanza della tutela dell’ambiente da parte delle nuove generazioni e come la scuola debba fare la sua parte, fornendo importanti contributi su questo argomento. 

Successivamente è intervenuto Sverio Bruno Grande, referente del percorso ambiente insieme alla docente Fortunella Tramontana. 

Grande ha presentato l’attività svolta durante l’anno scolastico per quanto riguarda il percorso ambiente e si è soffermato su alcuni temi “scottanti” come i periodi di siccità che, senza interventi concreti, potrebbero colpire oltre tre quarti della popolazione mondiale entro il 2050. 

Dopo gli interventi dei rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni ha concluso i lavori il colonnello Giovanni Misceo, comandante regionale Unità forestali ambientali e agroalimentari carabinieri che, dopo essersi complimentato per la lodevole iniziativa, ha evidenziato i compiti che svolgono i suoi uomini per la tutela dell’ambiente. 

Alla fine del convegno, è stato inaugurato l’orto didattico nell’area cortilizia della scuola primaria, oggetto di precedenti lavori di manutenzione straordinaria da parte dei settori preposti del Comune di RC e dell’Azienda Calabria verde. A queste si sono aggiunte delle attività didattico-dimostrative condotte da insegnanti e alunni supportati dal prezioso contributo del settore ambiente del Comune in collaborazione con Ecologia Oggi s.p.a.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Percorso "Salute & ambiente" la manifestazione finale dell’istituto Radice Alighieri di Catona

ReggioToday è in caricamento