rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Scuola

Si chiude "Ciak…un processo simulato per evitare un vero processo"

Il progetto del liceo scientifico da Vinci, cominciato tre anni fa, si è concluso con la simulazione, sabato 4 giugno, di un vero processo presso il tribunale dei minori di Reggio Calabria

Ancora un bella esperienza per il liceo scientifico Leonardo da Vinci che conclude, nell’ambito della formazione e della legalità, il progetto pluriennale "Ciak…un processo simulato per evitare un vero processo".

Il progetto, cominciato tre anni fa, nel 2019, termina adesso, dopo due anni contrassegnati dalla pandemia, finalmente in presenza, con la simulazione, sabato 4 giugno, di un vero processo presso il tribunale dei minori di Reggio Calabria. Prevedeva come prova finale la scelta di un copione da recitare.

I ragazzi della 5^C, guidati dalla referente prof.ssa Caterina de Leo, hanno deciso di interpretare  “la maschera” (sceneggiatura di Maurizio Pancaro scene, descrizioni e dialoghi a cura di Roberta Mallamaci e Francesca Marica). Il copione è incentrato sulle problematiche minorili quali bullismo, razzismo, cyberbullismo. Gli alunni nel corso di questo progetto hanno avuto la possibilità di interfacciarsi e approcciarsi al mondo giuridico approfondendo i vari aspetti di cui è composto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si chiude "Ciak…un processo simulato per evitare un vero processo"

ReggioToday è in caricamento