rotate-mobile
Eccellenze reggine

La studentessa Vazzana del liceo Campanella al Collegio del Mondo Unito

La dirigente Carmen Lucisano ha espresso soddisfazione per questo percorso prestigioso. Il commento dell'allieva della 3B

Serena Vazzana della classe 3^ B del liceo classico Tommaso Campanella è stata ammessa a frequentare gli ultimi due anni del suo iter di studi presso il Collegio del mondo Unito di Duino. La dirigente Carmen Lucisano ha espresso soddisfazione per questo percorso prestigioso: "I nostri allievi sono da sempre orientati all’internazionalizzazione dei saperi e all’apertura a un mondo globale e multiculturale, la scelta di Serena ci riempie di orgoglio. Tutta la comunità scolastica si stringe attorno a lei, che si è sempre distinta per serietà, dedizione allo studio e gentilezza".

"I Collegi del Mondo Unito (United World Colleges - UWC) - ha affermato la studentessa - sono un movimento globale che rende l’educazione una forza per unire popoli, nazioni e culture per la pace e per un futuro sostenibile.  

Ci sono 18 scuole e college Uwc in tutto il mondo. Ogni Uwc ha un carattere e un'identità distinti, influenzati dal paese ospitante, dall'ambiente specifico, dal contesto culturale e dalla comunità locale. Ciò che rende ciascuno di essi un Collegio del Mondo Unito è la deliberata diversità del corpo studentesco - con studenti provenienti da tutto il mondo e da diversi contesti socioeconomici - e la loro missione comune di fare dell'istruzione una forza per la pace, la compassione e la sostenibilità.

Esattamente un anno fa, alla fine del mio secondo anno al liceo classico Campanella, sono venuta a conoscenza del movimento dei Collegi del Mondo Unito. Leggendo il bando ho iniziato a immaginare come sarebbe stato realizzare il mio grande sogno di studiare in un contesto internazionale e, dopo essermi confrontata con la mia famiglia, ho deciso di mettermi alla prova in questa sfida personale.

A ottobre ho mandato la prima application per poi essere subito invitata a partecipare alle selezioni interregionali a Roma. Questa prima esperienza con l’Uwc mi ha fatto capire quanto un ambiente del genere fosse adatto a me, quindi quando sono stata scelta tra i 70 candidati per le selezioni nazionali, ho sentito di essere sempre più vicina al mio obiettivo. Ho avuto la conferma di star percorrendo la strada giusta quando ho trascorso tre giorni al collegio dell’Adriatico a Duino: è stata un’esperienza magnifica.

Poche settimane dopo ho scoperto di essere stata ammessa proprio a quel collegio. Sono stata selezionata per uno tra i 35 posti offerti agli italiani,  come una delle due studentesse calabresi della classe del 2026. La Calabria è tra le regioni che non offrono borse di studio o contributi finanziari agli studenti dell’U, quindi l’assegnazione del collegio e delle borse di studio è stata difficile per me le la mia concittadina, ma entrambe abbiamo condiviso la nostra storia nella speranza che le future generazioni abbiano più ausili economici.

I Collegi del Mondo Unito offrono ogni anno un’opportunità imperdibile per i candidati: quella di partecipare alla bellissima esperienza delle selezioni e, magari, cambiare per sempre la propria realtà vivendo per due anni con studenti provenienti da tutto il mondo per poi conseguire il prestigioso Baccellierato Internazionale.

Ogni giorno mi sento grata e orgogliosa di aver raggiunto questo traguardo e realizzato il sogno che conservavo sin da quando ero bambina. Spero che il mio percorso possa ispirare giovani che, come me, desiderano ampliare i propri orizzonti, andare oltre la quotidianità, e acquisire delle competenze volte alla realizzazione del proprio progetto di vita".

La dirigente, i docenti, gli alunni e tutto il personale della scuola abbracciano Serena e le augurano quanto di più bello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La studentessa Vazzana del liceo Campanella al Collegio del Mondo Unito

ReggioToday è in caricamento