rotate-mobile
Scuola

Terremoto e prevenzione, al Carducci-V.Da Feltre il progetto "Io non rischio scuola"

Si tratta di un percorso esperienziale dedicato agli alunni delle classi terze, quarte e quinte della scuola primaria

Diventare cittadini consapevoli in grado di conoscere quali comportamenti adottare in caso di calamità naturale. È uno degli obiettivi del progetto "Io non rischio scuola" che ha coinvolto gli alunni dell’Istituto comprensivo Carducci – V. Da Feltre di Reggio Calabria.

Il progetto nasce dalla campagna di comunicazione "Io non rischio", promossa dalla Protezione civile nazionale, ed estesa al mondo della scuola, dove la cultura della prevenzione può trovare terreno fertile e diventare patrimonio dell’individuo e della comunità. Si tratta di un percorso esperienziale dedicato agli alunni delle classi terze, quarte e quinte della scuola primaria.

La finalità, dunque, è divulgare la cultura del rischio, per far capire agli studenti cosa accade intorno a loro e intorno alla Terra quando avviene un terremoto, per aiutarli a proteggersi dai sismi, a superare le paure e ad adottare comportamenti corretti in caso di movimento tellurico. Un percorso al quale lstituto comprensivo Carducci – V. Da Feltre ha aderito con particolare impegno e interesse nella consapevolezza delle caratteristiche del territorio reggino e calabrese, per la pericolosità sismica della regione e per la storia dei terremoti che si sono verificati nell’area.

Ridurre il rischio è possibile ed è attorno a questa idea che sono state sviluppate le attività didattiche con gli alunni delle classi III D, IV A, IV B, V A, V C, V E, V F e V G del plesso Carducci e della classe III A del plesso Melissari.

Il percorso è partito da approfondimenti scientifici per conoscere come è fatta la Terra e quali sono le cause dei terremoti. Poi sono state presentate le norme di comportamento da seguire in caso di sisma e sono stati affrontati i temi legati alla gestione delle emozioni.

Veri e propri laboratori organizzati dalla docente referente Luisa Alampi e dalle insegnanti Caterina Casile, Silvana De Gaetano, Graziana Laganà, Vittoria Musolino, Melina Orlando, Teresa Papandrea, Annunziata Spanò e Giusy Verna sotto la direzione della prof.ssa Sonia Barberi, dirigente dell’I.C. Carducci - V. Da Feltre di Reggio Calabria, che hanno coinvolto gli alunni in esperienze concrete ed entusiasmanti su cui riflettere, attraverso dialoghi, letture, realizzazione di cartelloni, disegni, testi e canzoni, compiti di realtà, cooperative learning, attività ludico-pratiche e giochi finalizzati a circle time.

I piccoli studenti hanno così compreso che con un corretto comportamento è possibile minimizzare i danni che possono essere causati da un pericolo o da una calamità naturale, prevenire il rischio e diventare protagonisti attivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto e prevenzione, al Carducci-V.Da Feltre il progetto "Io non rischio scuola"

ReggioToday è in caricamento