rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
social

"Emozioni amaranto": gesti scaramantici, riti e passione di una famiglia reggina

Il reggino Simone Toma ha scritto un libro che ripercorre la passione della sua famiglia per il club amaranto. Il racconto attaversa i riti e le convizioni del tifoso medio

La Reggina non è solo una squadra di calcio, ma un vero e proprio stile di vita. Una sentimento limpido che coinvolge le persone, tanto da legarle a dei ricordi significativi per tutto il resto della propria esistenza.

Nel primo momento in cui un bambino fa ingresso allo stadio Granillo, per assistere alle gare del club amaranto, nasce un amore che non potrà mai svanire. 

Ciò, in sostanza, è quanto accaduto anche a Simone Toma: un reggino di trentadue anni, attualmente residente a Torino, che non ha mai dimenticato la passione per la propria squadra del cuore. 

Proprio per questo, Simone ha scritto il libro intotiolato "105 x 68 - Non è solo un gioco", disponibile in prevendita online con la sua dedica personalizzata. 

Lo stesso autore descrive l'opera come intima e personale. Il testo parla del modo viscerale che lui e la sua famiglia hanno di intendere il calcio e il tifo in generale, con l'ausilio di aneddoti racchiusi in più di vent'anni di partite seguite sugli spalti o sul divano di casa.

Simone Toma

"Dal gol di Kallon nell'esordio in Serie A contro la Juve, fino ai derby dello Stretto, che per fortuna sono sempre un ricordo positivo" racconta Toma, contattato dalla redazione di ReggioToday. 

Vengono riprese - inoltre - la routine di certe azioni ed i meccanismi innescati con le persone che stanno intorno. Non possono mancare i riferimeti ai legami che nascono attraverso questi colori sociali sportivi.

Il libro - tra l'altro - affronta la tematica della distanza e del distacco dalla propria terra d’origine, insieme a quella dei riti e delle convinzioni del tifoso medio.

E' la testimonianza di come i chilometri non rappresentino un problema eccessivo per mantenere intatta la propria fede calcistica. 

"Quest'anno, grazie ad un regalo di mia moglie, ho potuto assistere al match interno contro il Consenza - Afferma lo scrittore del libro - Allo stadio, ho constatato come la passione per la Reggina sia viva. - Conclude - Sarà necessario mantenere la concentrazione per aspirare al salto di categoria". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Emozioni amaranto": gesti scaramantici, riti e passione di una famiglia reggina

ReggioToday è in caricamento