Lunedì, 22 Luglio 2024
social Oppido Mamertina

La rivincita del barbiere di periferia, da una stanzetta ai social: successi per un maestro reggino

Gli ultimi premi e l'inizio di una carriera cominciata quasi per gioco. Il 24enne Giuseppe Madafferi di Messignadi si racconta a ReggioToday

Amore per la sua terra, talento e tenacia. Ha soltanto 24 anni e Giuseppe Madafferi di  Messignadi, frazione del comune di Oppido Mamertina, barbiere per passione e vocazione ha già conquistato i grandi palcoscenici in ambito nazionale tra premi e riconoscimenti. 

Ultima in ordine di tempo la vittoria del contest il Giornale del parrucchiere con finale a Palmi nel quale ha vinto  il primo posto regionale e provinciale. Ad aggiudicarsi di recente anche il titolo nazionale di presidente Unai ( Unione nazionale acconciatori italiani) per rappresentare la Calabria.

Una carriera la sua cominciata da giovanissimo fatta di sacrificio e  forza di volontà: “Non mi vergogno a dirlo- racconta Giuseppe ho cominciato a 16 anni in un bagno, in  una piccola stanzetta sotto casa nel mio paesino dove c’era solo una sedia di legno. Tutto in realtà è iniziato per gioco quasi imitando il mio zio anziano che faceva questo mestiere. Così ho cominciato a fare i capelli ad amici e compagni di scuola e postando poi le foto sui social venivo contattato dalle persone che volevano che gli tagliassi i capelli”. 

Da quel momento Giuseppe ha capito che sarebbe stata quella la sua strada, da un stanzetta si è trasferito in un garage per poi in seguito realizzare  il sogno di aprire un negozio tutto suo ossia la Barberia Madafferi : “Ho iniziato la mia carriera di parrucchiere e fin da subito mi sono ritrovato nel mondo dell’alta moda. Nel 2016 la famosissima azienda “H-zone” dopo aver visto i miei lavori, mi ha contattato dandomi l’opportunità di esibirmi in pedana durante il Cosmoprof.

Dopo questa esperienza mi è stato proposto di gestire un grande salone a Milano ma il desiderio di avere un salone tutto mio è stato molto più forte. Fortunatamente sono riuscito a coronare questo mio sogno nel 2021, dopo anni di sacrificio e dedizione. Ma l’anno del cambiamento è stato il 2022. Grazie alla mia tenacia e alla mia grande voglia di crescita, mi sono messo in gioco  e sono diventato: Campione Provinciale 2022, Campione Regionale 2022 per poi essere tra i Top 50 in Italia”.

Da annoverare la svolta social  avvenuta durante un viaggio a Milano: "Sono stato contattato da uno dei migliori Tattoo Artist di Milano, Gabriele Pellerone,  trovandomi per le strade di Milano ho deciso di tagliare i capelli ad un barbone e il mio video pubblicato sui social è diventato virale”.

Madafferi Giuseppe

Oggi Giuseppe ha 10 mila follower su Instagram e seimila su Tik Tok: “Ho lavorato anche  con il famosissimo cantante Paky. Ho avuto anche l’opportunità di esibirmi per la seconda volta sul palcoscenico di Aestetica Napoli. Mi sono ritrovato davanti a un grande pubblico che osservava il mio modo di lavorare. Grazie al grande Andrew Barbershop, grazie anche alle aziende SBH e Maji Hair Concept che mi hanno sponsorizzato. È stato un onore per me rappresentare la Calabria davanti al pubblico napoletano. Non potrò mai spiegare l’emozione unica che ho provato e in quel momento ho capito veramente che non bisogna mollare mai.

La vita presenta sempre delle sfide e per superarle bisogna credere in se stessi”. Giuseppe èoggi un parrucchiere social che cavalca le mode del momento: “Mi occupo di tagli Razor Fade con rasatura laterale, mullet e sono specializzato nelle barbe sfumate, taglio a forbice e old school”.

Importante nella sua carriera il sostegno della fidanzata Rosaria: “Lei mi ha dato  la forza di realizzare il mio sogno e mi ha dato coraggio quando ho deciso di rimanere qui, perché amo la mia terra e non volevo abbandonare i miei affetti e il mio paese. Sono andato via per tre mesi, ci ho provato ma non ci sono riuscito.

Un grazie va anche ai miei colleghi Mattia Chindamo e Daniele Carbone che mi stanno vicino ogni giorno", ma che effetto fa aver raggiunto questi traguardi per Giuseppe? "Per essere grandi bisogna soprattutto essere piccoli, per me  l'umiltà è alla base di ogni vera grandezza".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rivincita del barbiere di periferia, da una stanzetta ai social: successi per un maestro reggino
ReggioToday è in caricamento