rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
social

Mascherina in mare: Sgarbi attacca Klaus Davi, che replica

"Come può una persona far vedere al mondo la sua totale idiozia?!" afferma il critico d'arte. "Mi usa per rilanciare la sua campagna elettorale" risponde il giornalista. Ecco cosa è successo, dopo le foto scattate nelle acque reggine

REGGIO CALABRIA - Duro attacco del critico e docente universitario Vittorio Sgarbi al giornalista e massmediologo Klaus Davi che - come raccontato da ReggioToday - nei giorni scorsi si trovava in vacanza a Reggio Calabria ed è stato notato da alcuni bagnanti perché stava nuotando nello straordinario Stretto di Messina, una perla del Mediterraneo, munito di mascherina.

Chiaramente le foto hanno fatto il giro del web e di tutti i social network, scatenando le ire dei No Vax. E non sì è fatta attendere la replica di Vittorio Sgarbi che - in un video diffuso poche ore fa - prende di mira pesantemente il giornalista con un linguaggio “fascista e omofobo”, secondo il massmediologo.

"Il giudizio l'avevo dato qualche settimana fa - Esordisce Sgarbi - mi riferisco a Klaus Davi, il quale ha dimostrato quello che è; perché c'è un limite anche alla prudenza. Questo signore, che non usa il cervello ma usa il cu.. si è fatto fotografare a Reggio Calabria, mentre era in vacanza, che nuotava da solo con la mascherina. - Prosegue - Non è che lo voglio giudicare, poi lo conosco bene, ma come può una persona far vedere al mondo la sua totale idiozia dimostrando che c'è pericolo dove non ci può essere?! Sei in acqua, stai nuotando e ti metti la mascerina. Nel buco del c... te la devi mettere! Co... totale. Ora, le immagini fanno vedere lui orgoglioso, perché è contento di far vedere al mondo quanto deve essere diffusa l'idiozia, ciò fare cose e dare l'esempio senza senso, non sulla propria testa di c....". 

Le parole di Klaus Davi

Secca la replica di Davi: “Conosco Vittorio da 40 anni, abbiamo fatto anche tantissime cose insieme. Secondo me questo video nel linguaggio è una caduta di tono, però lo posso capire, mi usa per rilanciare la sua campagna elettorale che evidentemente stenta a decollare. Fossi stato in lui avrei cambiato linguaggio, ma insomma Vittorio è Vittorio, non lo si può cambiare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mascherina in mare: Sgarbi attacca Klaus Davi, che replica

ReggioToday è in caricamento