rotate-mobile
social

I personaggi più noti della movida reggina finiscono sulle carte da poker

L'iniziativa è stata ideata dai professionisti di "Italyan", che hanno selezionato le personalità più conosciute della nightlife locale. Parte degli incassi saranno devoluti all’Hospice Fondazione Via delle Stelle

Gli esperti in comunicazione digitale del progetto Italyan - recentemente - hanno dato vita ad un'iniziativa davvero particolare.

"Dopo le Calabresy e le carte ufficiali della Reggina 1914, siamo tornati con le Carte Rrreggine 2 in versione night edition" - racconta Piero Golfo, creative director di Italyan. - Si tratta di un mazzo di carte, per la prima volta da poker, dove sono raffigurati i personaggi della movida reggina, con 4 Jolly ed una carta bonus in omaggio a Peppe Lucisano".

"Sembra passato un secolo, da quando per gioco disegnammo le Calabresy - prosegue - un mazzo di carte fuori dal comune, andate a ruba in poco tempo".

"Era il Natale del 2020 e già da un pezzo la pandemia aveva segnato per sempre le nostre vite. Mentre l’Italia intera era sempre più confusa - tra zone gialle, rosse ed arancioni - noi ci incontravamo ogni giorno su zoom per dar vita ad Italyan, una nuova squadra di specialisti della comunicazione creativa digitale".

Alcune carte, foto Italyan

"Da lì a breve nacquero le prime Carte Rrreggine con tutti i ristoratori di Reggio Calabria ed una carta Jolly dedicata allo chef stellato Nino Rossi del Qafiz - Continua Golfo - Subito dopo sono state realizzate le carte ufficiali della Reggina 1914, raffiguranti i giocatori della storica squadra amaranto".

"Proprio dopo questi due progetti, abbiamo deciso di puntare ancora una volta sulla nostra città e su quelle persone che animano la nightlife reggina, con i lori party e le loro feste fuori dal comune".

"In seguito ad un sondaggio sui social tra i nostri follower, abbiamo stilato una lista di nomi e li abbiamo contattati ad uno ad uno. Dopo aver illustrato a questi il nostro progetto, abbiamo condiviso con loro il desiderio di devolvere una parte degli incassi all’Hospice Fondazione Via delle Stelle. Struttura importantissima per Reggio Calabria, dove il personale che vi lavora, tra mille difficoltà, assolve al delicatissimo compito di assistere e confortare i malati terminali".

"In men che non si dica abbiamo disegnato 57 carte da poker ed uno scatolo, che è un vero e proprio omaggio alla città di Reggio Calabria - conclude Piero Golfo - con dettagli in rilievo e laminati in oro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I personaggi più noti della movida reggina finiscono sulle carte da poker

ReggioToday è in caricamento