rotate-mobile
social

Pancia mia fatti capanna: i tre biscotti tipici del territorio reggino

Sono dolci e saporiti, adatti ad ogni tipo di gusto e momento della giornata. I buongustai vanno pazzi per lo stomatico, le susumelle e la nzudda

Tra i prodotti tipici della provincia di Reggio Calabria ci si può sbizzarrire nelle scelte, spaziando dal dolce al salato.
Rimanendo in tema di dolci, vi sono dei biscotti a cui in moltissimi non possono proprio rinunciare. Da una colazione “con i fiocchi” ad uno spuntino pomeridiano, sono essenzialmente tre i biscotti più conosciuti e amati del territorio.

Lo stomatico

Biscotto secco tipico della tradizione calabrese, è preparato con ingredienti genuini e saporiti. Di colore scuro per la caramellatura dello zucchero e profumato per le spezie usate durante la preparazione, lo stomatico è adatto per essere imbevuto in una buona tazza di latte, così come accompagnato ad una qualsiasi bevanda: latte di mandorla, liquori o vini dolci.

Le susumelle

Fanno parte della tradizione dolciaria calabrese, “divorate” dai commensali che ne apprezzano il sapore forte principalmente nel periodo natalizio. La loro copertura di cioccolato, con un cuore di frutta candita e uva passa, fa letteralmente impazzire ogni buongustaio che tenga.

La Nzudda

È un dolce tipico delle feste patronali reggine, preparato con farina di grano, zucchero e aromi vari. Gli artigiani, chiamati anche i nzuddari, danno al prodotto diverse forme ed aspetti: tutti ricordano il pesce, il cavallo, il cesto.. e chi più ne ha, più ne metta per un dolce elastico, duro di consistenza, ma gustoso una volta assaggiato.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pancia mia fatti capanna: i tre biscotti tipici del territorio reggino

ReggioToday è in caricamento