rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Altro

Buon compleanno: la Fortitudo SGS 1903 spegne 120 candeline

I festeggiamenti si sono svolti presso il Centro sportivo Matteo Pellicone di Reggio Calabria alla presenza delle massime autorità culturali, sportive e religiose

Si sono svolti presso il Centro sportivo Matteo Pellicone di Reggio Calabria i festeggiamenti per celebrare i 120 anni dalla fondazione della SGS Fortitudo 1903, associazione sportiva che promuove le discipline olimpiche judo, lotta, karate e pesistica.

Il prof. Riccardo Partinico, presidente della gloriosa associazione, unica in Calabria ad essere stata insignita dal Coni con il Collare d’Oro al Merito sportivo, ha accolto nel Salone delle Vittorie le massime autorità culturali, sportive e religiose per presentare la storia di un’associazione che ha avviato alla pratica sportiva migliaia di giovani, che hanno vissuto sulla propria “pelle” il terremoto del 1908, la prima guerra mondiale, i bombardamenti della seconda guerra mondiale, i cambiamenti economici e sociali della seconda metà del 1900, fino ad arrivare ai giorni nostri ancora impegnati a combattere con pandemie, crisi economica e conflitti tra popoli.

Sono stati invitati alla celebrazione ed hanno offerto il loro contributo culturale, sportivo e storico il prof. Giuseppe Zimbalatti, rettore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, l’avv. Maurizio Condipodero, presidente regionale del Coni, il dott. Walter Malacrino, segretario regionale di sport e salute, il dott. Guglielmo Romeo, figlio del sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Romeo, presidente della Fortitudo anni 1949-5 ed il prof. Pasquale Nucara, presidente onorario dell’Anaoi.

Dalla Fijlkam sono giunti i saluti e le congratulazioni del presidente onorario, prof. Giuseppe Pellicone e del presidente Domenico Falcone impegnati in attività istituzionali.

Presenti tra le autorità: Giuseppe Barbaro, pro rettore allo sport dell’Università Mediterranea, il col. medico dei carabinieri Sebastiano Destro Castaniti, suor Giuliana Luongo, direttore dell’Istituto Maria Ausiliatrice di Reggio Calabria, suor Carolina, Igino Postorino, presidente onorario Circolo tennis Rocco Polimeni, Luciano Delfino, Antonino Zampaglione, presidente dell’Ansmes di Reggio Calabria, Tonino Raffa, giornalista Rai, Giuseppe Quattrone, Agenzia beni confiscati, Antonio Laganà, consigliere nazionale Panathlon International, Paola Tripodi, commissione sportiva mediterranea, Rocco Lo Previte, presidente Asd Ginnastica Virtus Reggio Ginnastica Artistica, Marco Polimeni, gestore Parco Caserta, Vincenzo Spinola e Giovanni Dato.

La storia della SGS Fortitudo

Nel 1903 il cardinale Gennaro Portanova fondò la SGS Fortitudo con lo scopo di “raccogliere i giovanetti più poveri ed abbandonati e trattenerli nei giorni festivi in esercizi di pietà, in cantici sacri ed anche in piacevoli ricreazioni” ed affidò l’organizzazione delle attività ricreative al parroco, don Antonio Attanasio ed al sacerdote, prof. Michele Amato.

Il 10 ottobre 1907 la Fortitudo 1903 si esibì in esercizi ginnici di alta acrobazia nel Giardino pubblico davanti al Re Vittorio Emanuele III in occasione dell’inaugurazione di un busto bronzeo del Re Umberto I. Nei giorni 16 e 17 maggio 1908 la Fortitudo 1903 partecipò ad un concorso di ginnastica artistica svoltosi a Catania prima che il terremoto distruggesse il 28 dicembre la città di Reggio Calabria. A settembre del 1909 la Fortitudo era già in campo e nei giorni 5, 6, 7 e 8 partecipò a Milano ad un campionato internazionale di Ginnastica Artistica ed al rientro fu ricevuta in Vaticano da Papa Pio X dove tutti gli Atleti ricevettero in dono una medaglia di bronzo.

Dal 1927 al 1937 e dal 1938 al 1946 la Fortitudo fu gestita dall’Organizzazione Nazionale Balilla e dalla Gioventù del Littorio. Nel 1947 il dott. Giuseppe Stillittano, ufficiale dei bersaglieri, assieme al sindaco Giuseppe Romeo, al comm. Giulio Romeo, al prof. Raimondo Zagami, all’ing. Edoardo Zender, al sig. Consolato Cirino ed al cav. Franz Salazar, riorganizzarono la Fortitudo 1907 affidando gli allenamenti di Lotta e Pesistica al dott. Giuseppe Stillittano, coadiuvato da Giuseppe Cortese e la presidenza del sodalizio al prof. Raimondo Zagami.

Gli allenamenti si svolgevano presso l’Istituto magistrale T. Gulli di Reggio Calabria. Ricoprirono la carica di presidente dal 1949 al 1951 il comm. Giuseppe Romeo, dal 1952 al 1953 il comm. Giulio Romeo, dal 1954 al 1955 l’avv. Michele Salazar e dal 1956 al 2020 il prof. Giuseppe Pellicone. I fratelli Matteo e Giuseppe Pellicone Atleti e Dirigenti della Fortitudo 1903 hanno creato un’organizzazione sportiva denominata Fijlkam, con sede ad Ostia Lido (Roma) che suscita molta ammirazione in campo nazionale ed internazionale.

Dal 1° gennaio 2021 la Fortitudo 1903 è presieduta dal prof. Riccardo Partinico e dai dirigenti sociali, prof.ssa Alessandra Benedetto, dott. Rossella Zoccali, dott. Antonino Mazzuca e dott. Quinto Campolo. Gli insegnanti tecnici sono Alessandra Benedetto, Rossella Zoccali, Iurie Ravliuc, Gabriele Mallamace per le discipline judo, lotta, karate e pesistica.

In questo periodo gli insegnanti tecnici della Fortitudo 1903 sono impegnati a divulgare le discipline judo, lotta, karate e pesistica nella scuole cittadine, il liceo scientifico Nostro di Villa San Giovanni ed il liceo scientifico A. Volta di Reggio Calabria, attraverso progetti finalizzati al rispetto della donna nella società, al rispetto delle regole ed al senso civico.

Gli atleti agonisti prenderanno parte a tutte le gare organizzate dalle federazioni ed i moltissimi pre-agonisti che frequentano “La Pagoda” sono impegnati a sviluppare le capacità motorie prima di individuare la disciplina alla loro portata. Buon compleanno Fortitudo 1903, “ad maiora”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buon compleanno: la Fortitudo SGS 1903 spegne 120 candeline

ReggioToday è in caricamento