rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Altro

Premio alla carriera alla karateka Alessandra Benedetto

Per l'atleta reggina della Fortitudo 1903 è arrivato il prestigioso riconoscimento

Alessandra Benedetto, la karateta reggina della  Fortitudo 1903 dopo venti anni di attività ha concluso la sua carriera agonistica per raggiunti limiti d'eta. 

A Torino, durante lo svolgimento del Campionato italiano assoluto, l'atleta reggina ha ricevuto la medaglia d'oro alla carriera, dal presidente della Fijlkam, settore Karate, Davide Benetello a Torino, ha consegnato ad Alessandra Benedetto.  La medaglia d’oro è stata offerta dalla Fortitudo 1903 per aver onorato con le sue prestazioni sportive il karate calabrese ed italiano per oltre 20 anni ed aver concluso la sua carriera agonistica per raggiunti limiti d’età.

“Nella vita l’importante non è il trionfo ma la lotta e l’essenziale non è vincere, ma aver combattuto bene, sono queste le parole del presidente della Fijlkam, settore Karate, Davide Benetello nel consegnarle la medaglia.

Il motto di De Coubertin è stato pronunciato da Riccardo Partinico che ha allenato Alessandra Benedetto sin da quando aveva 9 anni d’età. Alessandra, per le sue capacità tecniche, poteva davvero raggiungere l’olimpo del Karate mondiale, ma, avrebbe dovuto stravolgere la sua vita: allenarsi tre volte al giorno, dedicare meno tempo allo studio e farsi seguire da uno staff costituito di medici, nutrizionisti, psicologi e massaggiatori. Niente di tutto questo.  Alessandra ha vissuto una vita normale, un’ora e mezza di allenamento per tre volte la settimana ed un unico insegnante tecnico. Alla fine il bilancio “della lotta” è adeguato a chi ha “combattuto bene”: 19 medaglie vinte ai campionati nazionali Fijlkam, 3 d’oro, 2 d’argento e 14 di bronzo; la qualifica di Atleta Azzurra ottenuta per la partecipazione a sette tappe di gare mondiali valide per la qualificazione olimpica di Tokyo, la laurea magistrale in Scienze Motorie e Sportive conseguita con il massimo dei voti, il titolo di Istruttore di Karate ed il massimo grado di cintura nera, 5 dan di Karate.

Il futuro di Alessandra adesso diventa molto più impegnativo sul piano educativo e sociale, dovrà riuscire a trasferire tutti i valori dello sport agli Alunni della prestigiosa scuola cittadina, Galileo Galilei, dove è titolare della cattedra di scienze motorie e sportive ed agli Allievi della Fortitudo 1903 dove è stata nominata responsabile del settore giovanile.

Il curriculum agonistico di Alessandra Benedetto

Atleta azzurra Fijlkam; Cintura Nera 5° Dan per meriti agonistici; 19 medaglie nazionali (3 d’oro, 2 d’argento e 14 di bronzo).

Partecipazione a gare nazionali: 16 campionati italiani assoluti, 6 campionati italiani assoluti a squadre, 6 campionati italiani di classe (Esordienti, Cadette e Juniores), 5 campionati italiani a rappresentative, 5 campionati nazionali universitari.

Partecipazione a gare internazionali: tre campionati europei a rappresentative (Novi Sad, Varsavia e Madrid), due Open degli Stati Uniti d’America (Las Vegas 2007 e Las Vegas 2010),  Open di Germania 2010,  Open d’Austria 2011, sette tappe “Serie A”, valide per la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo: Guadalajara 2018, Salisburgo 2018, Santiago del Cile 2018, Salisburgo 2019, Istanbul 2019, Santiago del Cile 2019, Santiago del Cile 2020.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio alla carriera alla karateka Alessandra Benedetto

ReggioToday è in caricamento