Lunedì, 22 Luglio 2024
Altro Pellaro

Straordinaria partecipazione di ragazzi: al via il Csi Sport&Go!

L'Open Day del Trofeo Mangiatorella ha di fatto aperto il percorso educativo e sportivo del Centro sportivo italiano. Prossima tappa il 18 novembre a Gioia Tauro

A Pellaro, lo scorso fine settimana, in campo oltre duecento ragazzini per l’Open Day del Trofeo Giovanile Mangiatorella. L’iniziativa, sviluppata tra il Centro sportivo San Filippo di Pellaro ed il Centro Sporting Club Bocale, ha coinvolto tantissime scuole calcio del territorio, numerose famiglie ed ha fatto giocare e stare insieme piccoli atleti tra i 5 e i 12 anni.

La manifestazione, ha di fatto aperto l’attività giovanile Csi, in particolare ha dato il via al percorso nazionale sportivo ed educativo Sport&Go e alla diciannovesima edizione del Memorial Mimmo Mannino”-  Trofeo Piccoli Amici.

La manifestazione sportiva under 8, organizzata dal Csi di Reggio Calabria, rappresenta l’appuntamento più importante e prestigioso nel panorama calcistico giovanile calabrese. Il progetto giovanile "Sport&Go – Crescere con lo sport", quest’anno legato al marchio e all’azienda Mangiatorella, che ringraziamo per la grande disponibilità e lungimiranza, è il percorso formativo e sportivo del Centro sportivo italiano pensato per le categorie giovanili Under 10 e Under 12. 

L’obiettivo che il Csi si prefigge con la proposta Sport&Go! è proprio quella di esaltare il vero desiderio di ogni ragazzo che è quello di poter “giocare” con i propri amici e in questa esperienza sviluppare tutti quei talenti che serviranno anche nello sport ma soprattutto nella vita.

In questa fase di crescita è importante che chi guida l’attività sportiva dei ragazzi abbia uno sguardo lungimirante, capace di concentrarsi non tanto sul futuro campione nascosto in qualcuno ma nell’uomo che potrà diventare, anche attraverso quello che avrà appreso nel cammino percorso insieme: allenando il corpo, imparando le regole, gioendo nella festa, amando i propri compagni e gli avversari.  

Sport&Go prevede un modello di attività basato sulla polisportività in cui oltre alle discipline sportive del calcio a 5 e calcio a 7, della pallacanestro e della pallavolo, i ragazzi sono coinvolti nel triathlon di atletica: corsa veloce 60 metri, salto in lungo e lancio del vortex.

Il fine settima appena trascorso, affermano i componenti dell’equipe Calcio Csi Reggio Calabria, è stata una grande festa che ha dato il via alla nostra idea di sport giovanile. Un percorso che ci carica di responsabilità ma, allo stesso tempo, da forza al nostro progetto educativo, culturale e sportivo. Oggi, troppo spesso, lo sport giovanile nel nostro territorio è ostaggio di logiche economiche, numeriche e di opportunità che imprigionano la valenza educativa della pratica sportiva.

Basti pensare che, da queste parti, si sente parlare di “classifica marcatori” tra i bambini di sette – otto anni. Questo, per noi, rappresenta qualcosa di inspiegabile e di dannoso per i bambini e per le famiglie!  Ringraziamo le società sportive che hanno scelto di stare in campo con tutti noi e che decideranno di dare seguito a questo percorso sportivo.  

Il Centro sportivo italiano di Reggio Calabria, da tempo, ha puntato tutto sul valore educativo dell’attività sportiva, sostenendo che lo sport giovanile o serve ad educare o perde la quasi totalità del suo significato, pur nella consapevolezza che, la difficoltà di educare è così cresciuta dalle odierne condizioni culturali e sociali da rendere sempre più complesso e arduo per gli operatori e le strutture associative tener fede all’impegno formativo. Con la tappa di Gioia Tauro, il prossimo 18 novembre, continua il percorso culturale ed educativo del Csi. L’Open Day sulla Piana, sta già coinvolgendo tante realtà sportive giovanili. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Straordinaria partecipazione di ragazzi: al via il Csi Sport&Go!
ReggioToday è in caricamento