Asi Calabria pronta ad un nuovo corso: conclusa l’assemblea elettiva del comitato

Il congresso ha portato alla conferma di Giuseppe Melissi e Fabio Gatto. Il nuovo arrivato è, invece, Luigi Digiacomantonio come collaboratore nella sede regionale

Un momento del congresso

Tempo di cambiamenti in casa Asi Calabria. L’ultimo congresso del comitato regionale ha, infatti, rinnovato i suoi vertici. L’assemblea elettiva, svolta da remoto sulla piattaforma Teams considerando la pandemia in atto, ha registrato la partecipazione di oltre 50 società affiliate.

L’evento, di notevole importanza sportiva, ha visto la presenza in qualità di ospiti d’onore il presidente Coni Calabria Maurizio Condipodero e il presidente Cip Antonello Scagliola.

Gli eletti

Non solo nuove figure, ma l’Asi Calabria ha deciso di riconfermare Giuseppe Melissi per il suo terzo mandato consecutivo alla guida del comitato regionale, ma anche Fabio Gatto per il provinciale di Reggio Calabria. La novità, in riferimento alla sezione comunale, riguarda Luigi Digiacomantonio in qualità di collaboratore nella sede regionale per il suo primo mandato.

Le figure scelte per i prestigiosi compiti svolgeranno le loro funzione per quattro anni un momento certamente delicato e diverso dal solito causa Covid-19. La promozione dello sport e dei suoi valori fondamentali saranno i principi da cui partire oltre al resto delle diverse mansioni.

Rinnovato, ovviamente, l’intero direttivo regionale dove adesso figurano: Salvatore Cropanise, Mariangela Polimeno, Vincenzo Nocito, Demetrio Morabito. Direttivo provinciale Reggio Calabria: Maria Teresa Perri, Ferdinando Parete, Ferrara Giuseppe e Paolo Campolo. Direttivo comunale: Antonio Cordova, Domenico Licandro, Rosa Maria Messina e Luigi Gabrijelcic.

Le parole

A margine dell’assemblea, il presidente Melissi ha commentato: “Il nostro impegno sarà raddoppiato e triplicato anche, rispetto agli ultimi 8 anni che mi hanno visto alla guida dell’Asi. Ho dato il massimo e continuerò a farlo perché oggi più che mai lo sport ha bisogno di tutela, e i giovani hanno bisogno di sport. Non solo i giovani in verità, ma tutta la popolazione che, attraverso l’attività fisica, può tenere vivi e attivi corpo e mente. Lo sport come riscatto sociale e come mezzo per il benessere psicofisico, i cui benefici sono oggi, in questa situazione, più preziosi di ieri. 

Abbiamo fatto – sottolinea ancora Melissi - grandi rinunce quest’anno, come le Asiadi, per esempio, che rappresentano un grande momento di sport e aggregazione, ma della necessità abbiamo fatto virtù, reinventandoci con formule sempre nuove, sfruttando, quali improvvisate palestre, i nostri salotti e le camere da letto e, con la tecnologia a nostro vantaggio, siamo entrati nelle case dei calabresi. Ci siamo avvalsi dei precipui benefici dello sport che, ancora una volta, ci ha salvati, facendoci ritrovare, nonostante tutto, ancora e sempre uniti. 

E proseguiremo su questa scia – conclude il presidente regionale - rispettando le regole; perché si possa uscire presto da questa tremenda situazione, per poi gettare le basi per una nuova rinascita, in Calabria come nel resto d’Italia. Obiettivo: il coinvolgimento capillare delle società Calabresi e con loro del tessuto sociale, per dare vita ad un circolo virtuoso sempre più consolidato e diffuso.”

I presidenti uscenti hanno illustrato le attività dei comitati rilevando la crescita esponenziale del numero delle Asd affiliate e l’incremento dei palinsesti delle attività sportive e formative dei vari comitati.

Il presidente provinciale Asi, Fabio Gatto, si dice felice della riconferma del mandato soprattutto in virtù del duro lavoro che l'Ente è chiamato a svolgere oggi, in considerazione del particolare periodo che sconvolge le nostre vite.

“Lo sport – dichiara lo stesso Gatto - va salvato e deve essere sempre strumento di unione. Gli Enti di Promozione Sportiva sul nostro territorio detengono più dell’80% dell’offerta sportiva globale ed è necessario dare risposte concrete in virtù del lavoro che si andrà a compiere. In questi anni abbiamo messo in campo tantissime attività come Comitato, non solo in termini numerici ma anche da un punto di vista qualitativo che spazia dall’assistenza alle società, alla progettazione di attività di tipo sociale e formativo”.

 Il presidente provinciale ha, inoltre, ribadito l’impegno per sostenere le società sportive, soprattutto in una situazione emergenziale dovuta al blocco delle attività e in virtù delle difficoltà delle Asd. Il tutto ricordando l’importanza della prossima sfida: la riforma del settore sportivo e l’introduzione del registro terzo settore.

Attenzione rivolta anche sul volto nuovo emerso dall’assemblea, ovvero Luigi Digiacomantonio. Il neo eletto, entusiasta per la nuova carica che si appresta ad intraprendere con grande serietà e operatività, ha spiegato: “Inizierò da subito con grande energia, il primo passo sarà quello di strutturare il comitato comunale fino ad oggi mai avviato”.

I ringraziamenti dei tre presidenti sono stati rivolti alle Asd affiliate e ai dirigenti nazionali “per il supporto che riceviamo nello svolgimento della preziosa opera di promozione sportiva che, a queste latitudini riveste una importanza ancor più considerevoli.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Tar Calabria boccia la scelta di Spirlì, per i giudici amministrativi si può tornare in classe

  • Il pm Musolino boccia i commissariamenti: "Fallimento a tutto tondo"

  • Coronavirus, la Calabria resta in zona rossa: nuova ordinanza del ministro Speranza

  • 'Ndrangheta, sigilli alla "Pescheria del viale" e ai conti di Alfonso Molinetti e dei familiari

  • Un malore stronca un anziano sul centralissimo Corso Garibaldi

  • Birre al bergamotto e all’estratto di olive conquistano il palato e fanno bene alla salute

Torna su
ReggioToday è in caricamento