rotate-mobile
Basket

Pall. Viola, Santoro: "Voci su di me? Sono vere. Ma continua il mio impegno per la Viola"

Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi lo stesso dirigente neroarancio ha voluto chiarire alcuni aspetti

Rispetto alle indiscrezioni apparse su varie testate riguardo un nuovo impegno del Marketing Strategist Sandro Santoro, lo stesso dirigente neroarancio ritiene importante a chiarire alcuni aspetti e, allo stesso tempo, fa il punto della situazione in chiave futura.

«Le voci che mi riguardano sono vere e nelle prossime ore potrebbe maturare per me una nuova opportunità professionale – dichiara Santoro – Mi sembra doveroso informare l’ambiente per il rispetto che devo avere verso tutte le parti che sono e saranno coinvolte. Il mio pensiero però, in questo momento, va alla Viola e al modo in cui potrò continuare a rendermi utile. Abbiamo messo in cantiere tante iniziative che hanno bisogno di essere completate. Continuerò a seguire il lavoro svolto fino ad ora per consentire alla Viola di beneficiarne una volta che quest’ultimo sarà portato a compimento».

«Tutto questo – prosegue Santoro – per stimolare tutto il territorio a credere in questa Società e nella sua struttura organizzativa che posso garantire essere già di categoria superiore rispetto allo standard della Serie B e che nulla ha da invidiare a tante e belle realtà di categorie superiori. L’Area Marketing a cui ho destinato le mie attenzioni è in grado di poter sopportare e adempiere a qualsiasi lavoro o iniziativa per capacità, professionalità e dedizione. Tutte cose che garantiscono quell’idea di sviluppo a cui la Viola e Reggio Calabria possono aspirare».

«La preziosa collaborazione di tutti i collaboratori di Pallacanestro Viola, dei proprietari e degli addetti di Evermind e di Progetto5 che ne ha eseguito gran parte dei lavori, rappresentano una risorsa. Se all’inizio della mia collaborazione queste risorse hanno costituito una speranza, oggi rappresentano una certezza ed un simbolo di amore, di passione per il proprio territorio e per la Viola inteso come importante patrimonio della città. Tutta questa attività ha pienamente valorizzato gli straordinari risultati sportivi della Squadra e di tutta l’Area Sportiva dimostrando cosa si può fare quando si è spinti dalla vera motivazione» ha precisato ancora il dirigente dei neroarancio.

«Giuse Barrile, Domenico Bolignano, tutto lo Staff e la Squadra – prosegue Santoro – meritano il meglio del risultato sportivo possibile e l’unico messaggio di riconoscenza che gli si deve è l’attenzione verso i rappresentanti di un progetto che, se esiste e vive, è perché lo hanno voluto e lo vogliono fortemente ogni giorno. Il tutto condito da competenza e professionalità. La scintilla ed un’altra grande risorsa è quella garanzia rappresentata da Supporters Trust, insieme a tutte le persone che lo compongono, il cui lavoro nel trovare risorse e nel fornire aiuti logistici preziosi per tutta l’attività – attraverso il coordinamento del direttivo e in particolare di persone come il presidente Gabriele Calabrò, Vincenzo Giarmoleo, Maurizio Marino, William Lo Cicero, Rossella Uslenghi, Francesco Creazzo e tutti gli altri con cui ho avuto e continuerò ad avere rapporti frequenti – ha costituito spesso e costantemente una grande boccata d’ossigeno».

«Dal settembre 2021 fino ad oggi – conclude Santoro – ho immediatamente compreso che la sintesi di tutto quanto prodotto confluisce in una sola persona, il Presidente Carmelo Laganà.  Per me è un privilegio conoscerlo nella sua passione, capacità, competenze e serietà. Tutto esiste e si muove perché lui lo ha fortemente voluto e sostenuto. Tutti i Soci indistintamente, che ringrazio singolarmente, sanno bene dell’importanza che deve avere la coesione e l’unità d’intenti per dare ancora più forza al Presidente Laganà e di conseguenza alla stessa Viola.  Abbiamo contattato decine di Aziende e Imprenditori e devo dire che mi sarei aspettato un interesse più concreto da aggiungere a tutti gli sponsor che sostengono oggi la Viola, che ringrazio tutti uno ad uno, è assodato ma non è mai stato motivo di rassegnazione. Reggio Calabria è una città diversa rispetto al passato, forse perché è cambiato il mondo, ma chiunque ritiene di essere disinteressato è perché ha rinunciato alla propria identità di reggino puro sangue che attraverso lo sport ha fatto emergere la parte migliore di una terra che ha bisogno del migliore spot sociale di se stessa. Chi prende dal territorio provi a lasciare un po’ della sua soddisfazione al territorio stesso, unendosi agli altri e pensando che “da soli si va certamente più veloce, insieme si va indubbiamente più lontano”. In alcuni momenti le scelte contemplano ragioni familiari e professionali, ci sono momenti in cui si può scegliere di farsi consigliare dal cuore ed altri ispirati dalla ragione e dal momento storico in cui si prendono decisioni ma c’è e ci sarà sempre un momento della mia giornata in cui griderò FORZA VIOLA, FORZA REGGIO CALABRIA!».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pall. Viola, Santoro: "Voci su di me? Sono vere. Ma continua il mio impegno per la Viola"

ReggioToday è in caricamento