Reggina, Gallo continua ad acquisire quote: superato il 99% di azioni amaranto

Il presidente amaranto, nel giorno del grande derby contro il Catanzaro, ha ottenuto le quote precedentemente appartenenti al socio di minoranza Vincenzo Postorino

Il presidente Luca Gallo

Il grande giorno è arrivato, oggi si scende in campo per la supremazia regionale. Le due squadre calabresi, che nel girone C hanno l'ambizione di lottare per guadagnarsi la Serie B, si sfideranno questa sera al Granillo per tre punti che significheranno molto. La piazza attende il fischio d'inizio e gli uomini di Toscano approcciano il match con la voglia di confermare la striscia più che positiva messa a referto finora in casa. Mentre il terreno di gioco si prepara a vivere una notte diversa dalle altre, in società Luca Gallo continua ad acquisire nuove quote.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente amaranto, amato fin dal primo giorno dal popolo reggino, sta continuando il suo percorso verso il raggiungimento del 100% di azioni della società. La Reggina stessa ha comunicato che Gallo ha acquisito le quote del socio di minoranza Vincenzo Postorino, arrivando così al 99,08% del totale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiamme gialle rompono una "Catena di Sant'Antonio" truffaldina: scatta sequestro

  • Dentro la 'ndrangheta degli "invisibili" i boss "laureati" in contatto con le istituzioni

  • La "scuola mafiosa" di Peppe Crisalli al figlio: "Quando si picchia, si picchia subito"

  • Movida, assembramenti e rischio Covid: il questore chiude un bar del centro per 5 giorni

  • Boom di guariti a Reggio, il Gom è Covid free: dimesso l'ultimo paziente e sesto giorno a 0 contagi

  • Sigilli della Squadra mobile a bar e aziende riconducibili alle cosche Rosmini e Zindato

Torna su
ReggioToday è in caricamento