Ultras a sostegno di un bimbo malato: speciale iniziativa dei tifosi durante Reggina-Casertana

I sostenitori amaranto hanno aperto uno striscione nell'intervallo dell'ultima gara casalinga di De Rose e compagni, dando forza al piccolo affetto da una malattia rara

Lo striscione degli Ultras

Il tifo, se coincide con il supporto sano alla propria squadra e al sostegno verso i beniamini che scendono in campo, con cori d'incitamento emozionanti da sentire e da cantare, rimane la migliore espressione di quanto il calcio non sia solo un semplice sport. Nella vita, però, bisogna andare oltre ad un magico pallone che rotola e dar forza non solo ad una squadra in cerca di tre punti ma anche a chi vive situazioni di sofferenza e che anche con un semplice incoraggiamento può tirarsi su di morale.

Gli ultras della Reggina sono sempre presenti in curva ad ogni partita degli amaranto, creando un colpo d'occhio meraviglioso. Straordinario e significativo il gesto degli stessi sostenitori verso un bimbo reggino in gravi condizioni di salute e alla sua famiglia.

Gli ultras, in occasione di Reggina-Casertana, hanno deciso di mostrare tutta la loro vicinanza ad Alessandro, bambino di tre anni affetto da una rara malattia che gli ha già causato quasi certamente la perdita di un occhio. Appresa la questione, i tifosi hanno portato avanti l'iniziativa di aprire uno striscione, con la scritta "nessun timore, tutto passerà. Piccolo Ale, lotta e vinci per gli ultrà", sotto la Curva Sud nell'intervallo della partita. Alessandro è di Reggio, ma con la sua famiglia si è trasferito a Genova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attimi di panico sul volo Roma-Tel Aviv, medico reggino salva la vita a una donna

  • Nuovo lutto al comando dei vigili del fuoco di Reggio, è morto il coordinatore Latella

  • Mercatini di Natale: il Comune prova a mettere una 'pezza', il Comitato risponde 'picche'

  • Finti incidenti e truffe seriali alle assicurazioni: due avvocati a capo dell'organizzazione

  • "Oggi e sempre Viva Maria": da 58 anni grida con i fratelli di stanga il suo amore alla Patrona

  • L'albero dell'Ail davanti alla Pinacoteca: posizionato dai vigili del fuoco

Torna su
ReggioToday è in caricamento