rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Calcio

Alessandria-Reggina, i pali fermano la squadra di Longo: amaranto tengono alto l'orgoglio

I piemontesi non riescono a superare il muro bianco di Stellone

La Reggina riscatta, seppur parzialmente, lo 0-4 della gara d'andata contro l'Alessandria e strappa un punto al Moccagatta, davanti a 549 tifosi amaranto. Gara non bella, caratterizzata dai tre legni colpiti dal team di Moreno Longo. Gli amaranto tengono bene in difesa, ma in avanti hanno faticato a creare occasioni limpide. Un pareggio che permette alla squadra di salire a quota 46 punti.

Due legni dei grigi nel primo tempo

E' partita vera tra le due squadre, ma pochissimi i tiri verso le due porte. Ad andare più vicina alla rete la squadra di Longo, che colpisce due legni. Al 14', dal corner, girata di testa di Marconi e palla che picchia sulla parte superiore della traversa, poi torna in campo e Corazza manda fuori.

Al 18' è Rivas a cercare lo specchio. Ripartenza della Reggina, l'honduregno riceve palla sulla trequarti, avanza di qualche metro e prova a piazzarla con il destro, la palla termina di poco sopra la traversa.

Al 25' il secondo legno dei piemontesi. Punizione dalla sinistra battuta da Milanese, in zona offensiva, deviazione di un calciatore in maglia bianca in una selva di gambe, pallone sul palo, sfortunati i grigi.

Prese due ripartenze dalla Reggina, l'Alessandria tira i remi in barca e preferisce non scoprirsi più di tanto. Reggina invece che ha tenuto molto bene in difesa, senza però particolarmente pungere negli ultimi metri.

Grigi impauriti e ancora fermati dal legno

Ripresa con pochi sussulti, gli amaranto però rischiano poco e tengono a bada la squadra di Longo, invece particolarmente impaurita.

Pochi i tentativi verso le due porte. Al 72', punizione dalla destra, Di Gennaro svetta al centro dell'area e colpisce di testa, pallone di poco a lato alla destra di Micai.

Al 76' il terzo palo di giornata della squadra di casa. Gran scambio Kolaj-Lunetta, passaggio dal fondo del primo per l'ex Reggiana, sinistro dritto per dritto e palla che colpisce il palo.

Gli amaranto ci provano con un destro da fuori di Bellomo, poi nel finale Tumminello viene liberato bene in area, ma sbaglia tutto da buona posizione. Un punto a testa che forse impedisce alla squadra di casa di sperare nella salvezza diretta

Tabellino e voti

ALESSANDRIA - (3-4-1-2): Pisseri sv; Prestia 6, Di Gennaro 6,5, Parodi 6 (82' Coccolo sv); Pierozzi 6 (68' Mustacchio sv), Milanese 5,5, Ba 5,5 (59' Casarini 6), Lunetta 6; Palombi 5 (59' Fabbrini 6); Marconi 5,5 (68' Kolaj 6), Corazza 5,5. a disposizione: Cerofolini, Chiarello, Gori, Benedetti, Ariaudo, Barillà, Mantovani. Allenatore: Longo 6

REGGINA -  (3-5-2): Micai sv; Adjapong 6, Cionek 6, Stavropoulos 6; Giraudo 6 (84' Loiacono sv), Ejjaki 6, Crisetig 6, Kupisz 6, Rivas 5 (84' Tumminello sv); Folorunsho 5 (63' Cortinovis sv), Mènez 5,5 (68' Bellomo sv). a disposizione: Turati, Galabinov, Denis, Paura, Montalto, Franco. Allenatore: Stellone 6

arbitro: Gariglio di Pinerolo        assistenti:  Marchi - Avalos   IV uomo: Calzavara

VAR: Prontera     AVAR: Lombardi

ammoniti: Folorunsho, Ejjaki, Kupisz (R), Ba (A)

espulsi: -

note, corner; 3-5; recupero: 1' pt, 4'st; spettatori: 4783 di cui 549 ospiti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessandria-Reggina, i pali fermano la squadra di Longo: amaranto tengono alto l'orgoglio

ReggioToday è in caricamento