rotate-mobile
Calcio

Reggina, una storia d'amore che non avrà mai fine: Re Davide avversario per un pomeriggio

Il derby metterà di fronte gli amaranto e il Cosenza del trainer modenese, storico bomber della squadra reggina

"E’ per me una partita speciale, il passato non si scorda", Davide Dionigi contro il suo passato amaranto, l'attuale allenatore del Cosenza e super bomber della Reggina in due diverse finestre temporali ritrova quel Comunale-Granillo che lo ha visto grande protagonista con i suoi gol e successivamente anche come guida della squadra, seppur senza le medesime soddisfazioni raggiunge sul campo da gioco. 

I numeri in amaranto di Dionigi sono davvero eccezionali. Sono 41 i gol segnati da Re Davide con la maglia della Reggina, dui cui 24 nell'annata 1996-1997, che gli valse il titolo di capocannoniere in quella edizione della serie B. Il suo famoso aeroplanino ha riaperto le ali solo con la casacca amaranto, visto che vi tornò a gennaio 2001, realizzando sei reti che furono si utili a permettere gli amaranto a giocarsi la salvezza allo spareggio contro il Verona, ma non bastarono per conquistare la seconda salvezza di fila in massima serie. Rimase anche dopo il declassamento e fu autore di 11 reti nell'annata della seconda promozione in serie A, formando con Gianluca Savoldi una coppia gol irresistibile.

Dionigi, prima del ritiro, tornò per la terza volta a Reggina, stavolta però da comprimario e colleziò con Mazzarri allenatore solo 10 presenze e parecchie incomprensioni con l'allenatore toscano, al punto che a gennaio salutò e approdò a Bari.

Il fil rouge che però lega la Reggina a Dionigi non si è mai davvero spezzato e il 2 luglio 2012 si concluse il lungo inseguimento della coppia Foti-Giacchetta per avere in panchina Davide Dionigi, grande protagionista in C alla guida del Taranto e tecnico sulla cresta dell'onda e dal futuro roseo. Era però in fase di tramonto la gloriosa era legata al nome del presidente Foti e Dionigi pagò per tutti un cammino incerto e timoroso di una squadra costruita su misura per l'allenatore modenese: il 16 marzo 2013 arriva l'esonero con la squadra pericolosamente vicina alla zona rossa.

Da allora Dionigi ha subito grandi delusioni in carriera, con esoneri e fallimenti, ora ha nel Cosenza l'occasione per rilanciarsi alla grande in B: e il destino di tornare in alto passa nuovamente da Reggio Calabria e da quella che resta la sua Reggina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina, una storia d'amore che non avrà mai fine: Re Davide avversario per un pomeriggio

ReggioToday è in caricamento