rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Calcio

Reggina, Inzaghi prima del Cittadella: "Loro squadra forte, ma vogliamo altra bella prestazione"

Il trainer amaranto ha parlato alla vigilia del match contro la squadra allenata da Edoardo Gorini

Filippo Inzaghi, allenatore della Reggina, ha parlato alla vigilia del match casalingo contro il Cittadella:

"Gli avversari li guardo poco, vanno fatti i complimenti a loro, sappiamo che hanno vinto le ultime quattro a Reggio, ma è l'o0ra di cambiare rotta. Hanno battuto Pisa e Frosinone, è una squadra consolidata, lavorano benissimo, è un esempio da seguire. Giochiamo però a casa nostra e siamo consapevoli della nostra forza, vogliamo fare un'altra grande prova, non vinciamo dal 2001 ed è l'ora di battere il Cittadella davanti ai nostri grandi tifosi".

Continua Inzaghi: "Anche noi abbiamo poco da perdere, non guardiamo assolutamente la classifica. Noi vogliamo fare un ulteriore passo in avanti nel gioco, migliorare i nostri difetti. Dobbiamo avere grande voglia di comandare la partita, loro giocano a memoria da anni, hanno un sistema di gioco collaudato. Sarà una bella prova, ma abbiamo il vantaggio di giocare in casa".

Sulle scelte: "Io non penso a quelli che giocano, ma penso a Loiacono, Liotti, Gori, Santander, Cicerelli, Ricci, penso a quelli che non giocano, hanno grande rispetto dei compagni, delle mie scelte. Se siamo bravi a mantenere questo stato di cose, possiamo davvero dare fastidio a tutte le altre squadre. Il dubbio in difesa tra Camporese e Cionek, uno resterà fuori, ma sono entrambi titolari per me. Dovrò fare una scelta difficile, anche davanti. A Pisa, chi è subentrato, ci ha rimesso in piedi. Obi? Non è pronto, stiamo andando con cautela, dopo la sosta forse sarà con noi"."..

Sulla classifica: "All’inizio dell’anno ci davano retrocessi, poi meritatamente lì davanti. Dobbiamo essere realisti, Genoa e Cagliari non c’entrano nulla e che vanno in A se non si suicidano, hanno organici forti. Poi ce la possiamo giocare tutti per il resto delle posizioni. Anche l’anno scorso la squadra è partita forte, forse non aveva mai perso: se faticheranno tutte a giocare contro di noi sarà già una bella vittoria".

Sulle cose in cui migliorare: "Una squadra con 20 calciatori e un nuovo allenatore non può non avere difetti. Siamo umani, si può sbagliare un gol. Ciò che conta è solo l'atteggiamento e la squadra sin qui è stata perfetta. Secondo me ci sono tante cose in cui migliorare, ma la spinta del pubblico, l'entusiasmo e i risultati positivi stanno nascondendo qualche nostro limite. Mi preoccupa un pò la condizione fisica, mi piacerebbe finire bene questa parte di torneo e poi lavorare nella settimana di sosta sulla parte atletica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina, Inzaghi prima del Cittadella: "Loro squadra forte, ma vogliamo altra bella prestazione"

ReggioToday è in caricamento