rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Calcio

Reggina, Menez libro aperto: "Ho passato momenti difficili, ora è cambiato tutto"

Le parole dell'attaccante francese circa la sua esperienza in amaranto e sulle possibilità della squadra di puntare in alto

Jeremy Menez, attaccante della Reggina, ha parlato in conferenza stampa e ha risposto alle numerose domande dei giornalisti presenti. Gli viene chiesto un suo punto di vista sui suoi due anni e mezzo a Reggio Calabria:

"Il direttore Taibi ha sempre creduto in me, poi va detto che se mi prendono in giro anche io prendo in giro. Da quando é arrivato Stellone é cambiato tutto. Con lui ho avuto un bellissimo rapporto, devo ringraziarlo. Quando ho saputo che veniva Inzaghi ero contento perché é una persona seria e sincera, non ti prende in giro. Lui mi conosce bene, sa come farmi giocare, provo a dare risposte sul campo. Nei momenti difficili ho pensato di smettere, avevo i figli lontano, non potevo smettere in quella maniera".

Inzaghi gli ha consegnato la fascia da capitano: "Me l'ha consegnata il mister, lui sa la persona che sono, non ho mai fatto problemi nel gruppo, penso che sia meritata per quello che ho vissuto, ho anche il mio carattere che può dare l'immagine che sono scontroso. Sono fiero di avere la fascia".

Sul rinnovo: "Ne stiamo un pó parlando, vedremo cosa succederà. Per ora mi sto divertendo, penso solo alla partita di giovedì, c'è tutto il tempo di pensarci. La precedente società? Meglio parlare di questa, oramai quella é il passato".

Sulla squadra che sogna il salto in serie A: "La squadra ha tanta qualità, sono arrivati tanti calciatori importanti, non ci conosciamo ancora alla perfezione, ma la strada é quella giusta. L'atmosfera nello spogliatoio é bella. La Reggina non é Menez dipendente, la squadra é fatta da 30 calciatori. Io ho un passato e una carriera dietro di me, cerco di dare un consiglio ai più giovani, la squadra é forte anche senza di me. Tifosi? L'atmosfera é bellissima, dobbiamo andare avanti così".

Sulla corsa alla A: "La squadra che abbiamo più sofferto é il Genoa, ha ancora il tempo per risalire, dobbiamo stare attenti a qualche altra squadra, ma dobbiamo intanto fare attenzione a noi stessi, non dobbiamo mollare nulla".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina, Menez libro aperto: "Ho passato momenti difficili, ora è cambiato tutto"

ReggioToday è in caricamento