rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Calcio

Reggina, Inzaghi: "Squadra straordinaria, ora importante non montarci la testa"

Il tecnico amaranto non si lascia andare a facili trionfalismi dopo il secco 3-0 rifilato al Palermo

Filippo Inzaghi, allenatore della Reggina,ha analizzato in conferenza stampa il netto successo dei suoi sul Palermo:

"La partita sul 2-0 era finita e siamo rimasti in 10 e ho avuto un pò di paura. La squadra è stata straordinaria, ma non dobbiamo montarci la testa, sappiamo le difficoltà, sappiamo che ci mancano allenamenti. Se non ci montiamo la testa diventeremo i guastafeste della B: un mese fa non sapevamo neanche se riuscivamo ad iscriverci..."

Sull'espulsione di Cionek: "Mi sono arrabbiato, Thiago è un giocatore importante, non doveva entrare in quel modo: ma sono cose che capitano. Ho cambiato Pierozzi perché era ammonito, poi c'er anche Di Chiara ammonito e potevamo avere difficoltà. Chi è entrato lo ha fatto con grande ferocia, ma sapendo che abbiamo poca benzina dobbiamo avere questo atteggiamento. Complimenti a tutti, con questo atteggiamento possiamo divertirci".

Sulla scelta della panchina: "In casa volevo che la squadra sentisse il tifo vicino, volevo che i calciatori avessero la carica giusta".

Sui subentrati: "Bene tutti, questo è un vantaggio per me. Alcuni sono anche rimasti fuori, topo Ricci che ci darà soddisfazioni. Gori è entrato più tardi perché non volevo rischiare l'ultimo cambio".

Su Menez: "Quando sono arrivato dovevo decidere chi tenere o meno. Lui non era in forma, l'ho messo 10 giorni a correre, poi ha iniziato ad allenarsi al meglio e ora si sta prendendo le soddisfazioni. Lui con la B non c'entra nulla e lo sa, sta diventando un leader tecnico della squadra, voglio che continui così, sopratutto con la giusta voglia in allenamento".

Sul recente arrivo di Hernani: "Con il ko di Obi avevamo bisogno di un'altra mezz'ala, ora sono contento. Fabbian deve solo continuare così, ma nessuno ha il posto assicurato, gioca chi dimostra in allenamento di meritarsi il posto".

Inzaghi ha festeggiato la vittoria in maniera speciale, "presentando" la Curva al suo figlioletto: "Ci siamo integrati bene, c'è molto affetto nei miei confronti. Ho portato il mio bambino sotto la Curva. Io e il mio staff lavoriamo dalla mattina alla sera per dare il massimo a questi calciatori. Vedremo poi chi resterà sul carro quando le cose non andranno al meglio".

Reggina Palermo Inzaghi figlio-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina, Inzaghi: "Squadra straordinaria, ora importante non montarci la testa"

ReggioToday è in caricamento