rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Calcio Via Sbarre Inferiori, 304A

Reggina-Parma, Aglietti: "Il tifo di Reggio è uno stimolo in più"

Le dichiarazioni dell'allenatore amaranto in conferenza stampa. Calabresi impegnati nella partita di cartello in casa, dove ospiteranno il Parma di Buffon e compagni con fischio d'inizio alle 16:15

Ci siamo, l'attesa è quasi finita. Mentre le biglietterie continuano a staccare tagliandi per un Granillo che si preannuncia ricco di pubblico, mister Aglietti commenta i temi della vigilia in conferenza stampa. Siamo a poco più di 24 ore di distanza dall'attesa partita di cartello tra Reggina e Parma, due squadre certamente ambiziose e pronte a darsi battaglia per tre punti pesantissimi in palio. Domani alle 16:15 il fischio d'inizio, oggi tempo di analisi pre gara.

Alfredo Aglietti, raggiungendo la sala stampa del centro sportivo Sant'Agata, ha così risposto alle domande dei giornalisti presenti. 

Parma

"Impegno difficile, non dobbiamo farci condizionare dal momento che stanno vivendo loro. Hanno dei valori importanti e per fare risultato pieno dobbiamo fare una grande prestazione. Bisogna dare continuità alla vittoria di Vicenza. Importante vincere ma anche come lo fai. Non si deve concedere spazio perché loro hanno giocatori veloci davanti. C'è da fare attenzione in ogni situazione. Ci sarà un grande pubblico e potrà essere una spinta in più per noi.

Ho chiesto alla squadra di giocare una partita tecnica importante, sbagliando poco e facendo girare la palla con pazienza e precisione. Loro in contropiede possono essere molto pericolosi. Gli va dato anche tempo al Parma, anche se per noi è molto aleatorio. Il campionato di Serie B è difficile, hanno degli esterni giovani e forti con un grande avvenire. Chiaro che dobbiamo essere attenti, ma ci siamo anche noi in campo. Dovranno limitarci, perché si potrebbero trovare in difficoltà a pensare solo in fase offensiva."

Indisponibili e dubbi di formazione

"Non recuperano Adjapong e Regini. Gavioli è mezzo e mezzo, ma l'ho convocato. La squadra sta rispondendo bene alle sollecitazioni del lavoro. Denis? Verrà domani e sarà in panchina. Menez? Viene da un mese fermo e ci si aspetta sempre di più da lui. A Vicenza era la prima partita che rigiocava e domani darà continuità anche a lui e avrà del minutaggio superiore. Deve aggiungere rabbia e determinazione in più, così potrà spostare le partite. Vorrei che restasse sempre accesso quando rimane in campo."

Granillo pieno

"Pressione? Vorrei sempre avere il pubblico a spingere la squadra come c'è a Reggio, non vedo perché si parla di pressione. La gente viene, pretende com'è normale che sia e dobbiamo fare la prestazione cercando di soddisfare i nostri tifosi. Anche nelle sconfitte i ragazzi sono sempre stati applauditi ed è importante, si percepisce il rapporto tra la città e la società. In un momento in cui si ritorna allo stadio, vedere il tifo qui è uno stimolo in più."

Calendario

"Turnover? Quando abbiamo giocato a Pordenone, ho detto chiaramente cosa penso. Montalto al posto di Galabinov non è un turnover. Tutti sono titolari, quindi se a Perugia giocheremo con sette giocatori diversi, saranno ragazzi che giocheranno come a Vicenza con Bianchi al posto di Hetemaj. Abbiamo vinto e nessuno ha detto niente. Se perdi vieni criticato per il turnover. Io guardo la settimana e le caratteristiche della partita, poi scelgo sapendo di avere venticinque persone di cui mi fido di tutti. Il gruppo deve essere sempre tenuto motivato e ogni tanto ci sono delle normali rotazioni a cui in questo momento non penso perché siamo concentrati alla partita di domani. Sono contento della rosa che ho a disposizione."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina-Parma, Aglietti: "Il tifo di Reggio è uno stimolo in più"

ReggioToday è in caricamento