rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Calcio

Reggina, Stellone alla vigilia del Perugia: "Menez non ci sarà. Tre gare per puntare in alto"

Le parole del trainer amaranto a ventiquattr'ore dalla gara casalinga al cospetto del Grifo

Roberto Stellone, allenatore della Reggina, ha toccato i temi clou della vigilia del confronto al cospetto del Perugia:

"Affrontiamo una squadra forte, che domenica scorsa ha fermato il Lecce. E' una squadra costruita molto bene, rafforzata a gennaio, che ha raccolto più punti fuori casa che in casa e che ha un'ottima difesa. E' una squadra completa in tutti i reparti, sarà una partita difficile, loro vogliono fare i punti playoff, mentre noi vogliamo raggiungere la matematica salvezzaCambierò quattro-cinque calciatori, perché comunque ci sono tre partite in sette giorni. Abbiamo recuperato Cionek, Stavropoulos e Rivas, uno di loro giocherà. A Cittadella poi ne cambierò otto. Abbiamo perso Menez per un fastidio muscolare, non ci sarà neanche nelle prossime partite. Non ci saranno neanche Aya, Denis e Lakicevic".

Sull'obiettivo della squadra: "A Parma abbiamo preso un punto importante, la squadra ha reagito alle difficoltà rispetto alle altre gare esterne. Negli ultimi minuti c'è stata una sofferenza di squadra e questo è molto positivo. Per ambire a qualcosa in più della salvezza dobbiamo dare continuità ai risultati. Le prossime tre gare ci diranno che campionato sarà dopo la sosta. Dovessimo fare tanti punti, cambia prospettiva e obiettivo, altrimenti ci sarà altro tempo per conquistare altri puntiFino a 20 giorni fa nessuno ci pensava, neanche il più ottimista al mondo poteva pensare di ritrovarsi più vicini alla zona playoff che a quella playout. Per fare quello che abbiamo fatto serve di solito più tempo, ma già avevo intravisto qualcosa a Terni. Quando sono arrivato si parlava di un gruppo allo sbando, ma io non l’ho notato. Ora non dobbiamo avere blackout, ma continuare a sognare, perché sennò poi le ultime diventano partite senza senso e questo non deve accadere".

Sulla gara contro il Perugia: "Sarà simile a quella contro il Pisa, dobbiamo essere equilibrati per non essere infilati nelle ripartenze. Noi e loro giochiamo con il medesimo modulo, chi vincerà più scontri porterà a casa la vittoria. Hanno due esterni che attaccano bene, De Luca è bravo di testa, in difesa hanno struttura".

Un mini bilancio della sua gestione: "Sono arrivato a Reggio con la squadra che non faceva risultato da settimane, non mi aspettavo sinceramente di ottenere 16 punti in 8 gare. Ho avuto risposte importante dai calciatori, ho visto grande applicazione in allenamento, il gruppo è voluto venire fuori da quella situazione. Contro il Crotone non abbiamo fatto bene, ma il gruppo voleva la vittoria che poi è arrivata. Da allora c'è stata sopratutto la svolta nella testa dei ragazzi, ho visto una squadra che non ha avuto più paura, una squadra brava a soffrire nei momenti difficili. Non mi aspettavo una reazione del genere".

Sulle scelte: "Amione giocherà, ho già comunicato l'undici che scenderà in campo contro il Perugia. Chi non giocherà dall'inizio contro il Perugia, giocherà al Cittadella. In questo momento bisogna mettere da parte l'io, in ogni caso sono in grande difficoltà nelle scelte, perché tutti meritano di giocare. Chi al posto di Menez? Uno con le medesime caratteristiche".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina, Stellone alla vigilia del Perugia: "Menez non ci sarà. Tre gare per puntare in alto"

ReggioToday è in caricamento