rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Calcio

Reggina tra sgomento e tristezza, le voci dei tifosi: "Che delusione, quale futuro per la nostra squadra?"

La città sbigottita dalle vicende che hanno riguardato la proprietà

Sgomento, preoccupazione e un futuro che appare quanto mai incerto, nebuloso. I tifosi della Reggina si sentono come quel pugile suonato caduto all'angolo del ring e incapace di rialzarsi, la botta è di quelle dure da incassare e da digerire. La notizia dell'arresto del legale rappresentante della Reggina ha lasciato ammutolita un'intera città, che tra disincanto e tristezza vede gettare discredito sulla propria squadra del cuore.

Abbiamo raccolto una serie di pareri dei tifosi amaranto, ad esempio Alessandra sottolinea: "La Reggina di questi ultimi anni sotto la dirigenza del sig. Gallo credo sia stata tutto fumo e niente arrosto nel senso che tutte le promesse sono state fatte su una base non solida.. Si vede anche dai vari sponsor che si sono ritirati nel corso della stagione".

Lo stesso Fortunato si aspettava questo triste epilogo: "Si è andati a confermare che le vicende di campo, con le 8-9 sconfitte di fila, erano fortemente influenzate dalle faccende societarie. Con incertezza e malcontento che serpeggiavano da diversi mesi: che qualcosa del genere dovesse accadere sembrava sempre più probabile".

Paolo è amaro nella sua constatazione: "Non si può nemmeno parlare di fulmine a ciel sereno, la cosa era quanto meno prevedibile... Non mi va di dilungarmi più di tanto sull'argomento, ognuno è responsabile delle proprie azioni e se ha sbagliato è giusto che paghi, a noi cittadini e tifosi resta l'umiliazione di essere accostati a personaggi che col calcio giocato non c'entrano nulla".

"Non ho il minimo interesse per le vicende personali del presidente Gallo, per me c'è sempre e solo stata la Reggina, non metto mai nessuno sul piedistallo per mia abitudine e non condanno prima che si verifichino i fatti. La cosa però che in questo momento mi dà tanta tristezza non è la vicenda, ma l' ironia e in parte la soddisfazione che alcuni provano in questa situazione", dice Giuseppe ai nostri microfoni.

"Credo che tutta la nostra comunità deve fare un grosso bagno d'umiltà per aver messo sul piedistallo questo personaggio, molto discusso in tanti ambiti relativi alle sue aziende. I successi sul campo sono indubbiamente macchiati da quello che la guardia di finanza ha addebitato al signor Gallo", il pensiero del tifosissimo Andrea.

"L'ho sempre sostenuto e difeso, anche nei confronti di chi ha criticato la sua gestione: ma oggi è indifendibile", parla l'amareggiato Antonello, da sempre fedele tifoso della squadra.

Giorgio, storico abbonato della Reggina di gradinata, dice: "Io sostengo la Reggina, al di là dei presidenti, ma l'umiliazione che provo oggi non ha pari e difficilmente la Reggina ritroverà la dignità perduta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina tra sgomento e tristezza, le voci dei tifosi: "Che delusione, quale futuro per la nostra squadra?"

ReggioToday è in caricamento