rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Calcio

Venezia-Reggina 1-2, la Laguna è dolce per gli amaranto: rimonta vincente per i ragazzi di Inzaghi

Primo tempo da dimenticare per la squadra ospite, poi il sorpasso firmato da Canotto e Hernani

Una Reggina dai due volti, malissimo nel primo tempo e con il piglio da Grande nella ripresa, riesce a piazzare un colpo importantissimo sul campo del Venezia e sale a quota 25 punti in classifica, sempre a -5 dalla capolista Frosinone. Gli amaranto sembrano sul punto di crollare dopo i primi 45', poi nella ripresa beneficiano degli ingressi di Di Chiara e Menez. Si va alla sosta di novembre con una bella iniezione di fiducia.

Dominio lagunare nel primo tempo, ma la Reggina resta in gara

Al minuto 8' già Venezia ad un passo dal gol. Sugli sviluppi di un angolo, Haps calcia e trova la deviazione di un calciatore ospite, Ravaglia spiazzato e pallone di poco a lato. Un minuto dopo passa la squadra di Vanoli. Gagliolo sbaglia il rinvio da piazzato e serve l'attaccante finlandese, che tutto solo avanza palla al piede e calcia dal limite, mezza papera di Ravaglia e pallone in rete, 1-0 Venezia, Reggina distratta.

Al 13' legno per i lagunari. Altra palla recuperata dal Venezia, sponda in area di Pohjanpalo per Crnigoj, che di destro scheggia la traversa.

Il copione è lo stesso: il Venezia ruba palla e riparte negli spazi, difesa e centrocampo amaranto in perenne ritardo. Al 15' però si fa vedere Canotto: tiro-cross dalla destra del 31 amaranto, Joronen deve fare due passi indietro per salvare la sua porta.

Al 21' il Venezia trova il raddoppio. Ripartenza della squadra di casa, grande giocata di Andersen che cambia gioco per Zampano che mette in mezzo trovando la deviazione nella propria porta di Giraudo. Il guardalinee segnala l'offside, la VAR conferma, ma parliamo davvero di centimetri.

L'andamento del match non cambia. Al 30' bel lancio lungolinea di Haps verso lo scatto in profondità dell'ottimo Johnsen, Ravaglia esco e non esco, pallonetto dell'attaccante scuola Ajax e pallone a lato di poco.

Al 37' altra chance pazzesca per il Venezia. Altra ripartenza dei lagunari, Pohjanpalo dalla destra mette in area verso Busio che manca l'impatto con la sfera, poi Andersen quasi a botta sicura calcia sul primo palo all'angoletto, stavolta grande risposta di Ravaglia. Sessanta secondi dopo, schema da corner, palla sul secondo palo per Modolo che colpisce a botta sicura, Gagliolo evita il gol e la deviazione da zero metri di Pohjanpalo.

Nei minuti finali la Reggina ha due punizioni dalla trequarti, ma un Hernani sbaglia tutto.  Si chiude il primo tempo certamente peggiore della stagione per una Reggina rimasta con la testa alla partita contro il Genoa.

Dentro Di Chiara-Menez, la Reggina rimonta

Al 54' gli amaranto pareggiano: azione nata da una rimessa laterale, pallone al centro dell'area e sponda di Hernani proprio per Canotto, che appoggia fuori area per Majer, tiro al volo deviato da un difensore di casa, Joronen miracoloso a deviare sul palo, la palla balla sulla linea e arriva Canotto a metterla in rete, 1-1 in Laguna!

Gli amaranto mostrano ben altra faccia rispetto alla prima frazione, più determinati, attenti e convinti. Pur senza impensierire Joronen, la squadra di Pippo Inzaghi è in costante proiezione offensiva. E il gol del sorpasso arriva al 75'. Azione nata ancora da rimessa laterale, stavolta sulla sinistra, cross di Di Chiara al centro per Hernani, che colpisce di testa, respinta corta della difesa, poi il brasiliano la piazza all'angoletto basso, lì dove Joronen non può arrivare, ribalta tutto la squadra di Inzaghi, 1-2.

Dentro Cionek per blindare la difesa e il Venezia non ne ha davvero più e cede alla Reggina.

La Reggina adesso può davvero pensare e sognare in grande.

Tabellino e voti

VENEZIA-REGGINA  1-2   (9'  Pohjanpalo, 54' Canotto, 75' Hernani)

VENEZIA (3-5-2): Joronen 6; Wisniewski 5,5, Modolo 6, Ceccaroni 6; Zampano 5,5, Crnigoj 6 (58' Cherychev 5), Busio 5,5, Andersen 6,5 (58' Fiordilino 5,5), Haps 6; Johnsen 6 (58' Cuisance 5), Pohjanpalo 6 (70' Novakovich 5). a disposizione: Bertinato, Tessmann, Ceppitelli, Pierini, Candela, Svoboda, Ullmann, Zabala. Allenatore: Vanoli 6

REGGINA (4-3-3): Ravaglia 6; Pierozzi 6, Camporese 6, Gagliolo 6, Giraudo 5,5 (45' Di Chiara 6,5); Fabbian 5 (45' Menez 6,5), Majer 6, Hernani 6,5; Canotto 7 (79' Cionek 6), Gori 5,5 (66' Liotti 6), Rivas 5,5 (70' Cicerelli 6). a disposizione: Colombi, Bouah, Dutu, Loiacono, Crisetig, Obi, Ricci. Allenatore: Inzaghi 6,5

arbitro: Marcenaro di Genova    assistenti:  Schirru - Fontani      IV uomo: Ancora

VAR: Di Martino           AVAR: Longo

ammoniti: Vanoli, Haps (V), Canotto, Liotti, Menez (R)

espulsi: -

note, corner: 5-8; recupero: 3' pt, 4' st; spettatori: 4013 di cui 963 abbonati e 1131 ospiti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia-Reggina 1-2, la Laguna è dolce per gli amaranto: rimonta vincente per i ragazzi di Inzaghi

ReggioToday è in caricamento