menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Simone Edera, possibile trequartista titolare

Simone Edera, possibile trequartista titolare

Cittadella-Reggina, la probabile formazione amaranto: cambi interessanti in vista

Fischio d’inizio alle 15 per la sfida del Tombolato. Per l’occasione i calabresi dovrebbero proporre un 11 titolare simile a quanto visto a Venezia, ma con piccole differenze

Sfida costante contro se stessi per superarsi e migliorarsi sempre. La Reggina approccia così l’imminente partita contro il Cittadella, che potrebbe dire molto rispetto alle ambizioni di fine stagione. 

Reduci dall’ottima vittoria esterna in casa del Venezia, gli amaranto puntano a chiudere quanto prima il discorso salvezza, per poi capire meglio dove si potranno piazzare in griglia. Sogno playoff o semplice ma beata tranquillità al termine dell’annata? Difficile dirlo, ma guai a soffermarsi troppo. La squadra di Baroni, che già l’ha spiegato ampiamente in conferenza, deve concentrarsi sulle proprie prestazioni di volta in volta e scoprire solo a bocce ferme l’esito in classifica. Ecco che il Cittadella si pone perfettamente all’interno di un cammino che adesso per la Reggina è davvero stimolante.

Tra partite ravvicinate e doppia trasferta, la possibilità di provare qualcosa di nuovo, ammesso che fosse necessario, è stata praticamente impossibile per Baroni. In vista dell’odierna partita i convocati sono i medesimi della sfida al Venezia, considerando che la squadra non è tornata a Reggio. Fuori ancora Folorunsho e gli altri soliti noti. Le novità riguardano invece Menez, alle prese con un infortunio muscolare e quindi out, così come Kingsley uscito dolorante venerdì pomeriggio. Ma la domanda resta sempre e solo una in queste ore: quale sarà la formazione titolare?

Turnover è una parola da non utilizzare, poiché la rosa ampia della Reggina è anche competitiva, quindi chi non gioca una partita risulta arruolabile a pieno regime tecnico-tattico per la successiva. Ecco che le scelte di Baroni potrebbero subire dei piccoli cambiamenti in relazione alle valutazioni che lo stesso tecnico ha potuto portare avanti sulla condizione fisica dei suoi ragazzi.

reggina_chievo cionek 01

Tuffandoci nei discorsi delle possibili scelte, davanti a Nicolas non è escluso qualche cambio. Dalle Mura, come già anticipato da Baroni alla vigilia del match contro il Venezia, tornerà utile proprio in ottica partite ravvicinate. Che sia oggi la sua occasione? Difficile, ma non impossibile. La coppia Cionek-Stavropoulos, affiata e in grande condizione, resta comunque complicata da sciogliere. Sugli esterni sia Di Chiara che Lakicevic stanno dando seguito ad ottime prestazioni, dunque rispettivamente per Liotti e Delprato insidiarli non è facile. Il terzino under 21 ha maggiori chance di spuntarla ora che ha pienamente recuperato dalle fatiche della Nazionale, ma il compagno serbo è in grande forma.

reggina_chievo bianchi 01

Il cuore pulsante della squadra è pronto ad un cambio possibile e già visto in precedenza. Si tratta chiaramente del centrocampo e l’utilizzo di Bianchi dal 1’. Crisetig resta inamovibile, dunque possibile la scelte di far rifiatare in avvio Crimi.

Altra decisione importante, quasi sicuramente cruciale, riguarda il trequartista. Con la speranza di recuperare Folorunsho dalla prossima partita, adesso bisogna fare i conti con l’assenza anche del suo quasi “naturale” sostituto Kingsley. Contro il Venezia ha ben figurato Edera, mentre Bellomo viene sempre preferito da ala. A scalpitare è Rivas, preso in considerazione da Baroni anche in conferenza. Possibile che i tre giocatori appena nominati abbiamo altrettante maglie da titolare, dando così pochi punti di riferimento agli avversari, vista la mobilità e la possibilità di svariare che tutti loro possono garantire. Ad insidiare potenzialmente tutti è Situm, autore del 2-0 contro il Venezia, ma un suo strappo dalla panchina potrebbe fare la differenza.

reggina_chievo montalto 02

Davanti è sempre aperto il ballottaggio Okwonkwo-Montalto. La partita contro il Cittadella sarà molto fisica, dunque il siciliano sarebbe l’uomo giusto seguendo tale logica. La prestazione di Venezia aumenta le sue possibilità, quindi in vantaggio c’è l’ex Bari.

La probabile formazione della Reggina (4-2-3-1): Nicolas; Lakicevic, Cionek, Stavropoulos, Di Chiara; Bianchi, Crisetig; Rivas, Edera, Bellomo; Montalto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Stanchezza primaverile? Sintomi e rimedi naturali

Cura della persona

Trattamenti estetici per ciglia: la parola al dermatologo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento