Consiglio federale, secco no allo stop della Serie C: la Reggina dovrà attendere

Respinta la proposta della Lega Pro sulla fine anticipata del torneo e conseguente promozione in B degli amaranto. La Figc tenta la strada della ripartenza, solo playoff per la C resta un’ipotesi

Non era scontato, ma che oggi non fosse stato il giorno decisivo per la promozione in Serie B della Reggina sembrava essere una possibilità concreta già da qualche giorno. Così è stato, il consiglio federale riunitosi in tarda mattinata non ha accettato la proposta della Lega Pro, ribadendo la volontà di emanare verdetti solo sul campo e portare a termine i tre campionati professionistici.

Una scelta saggia quella della Figc. Arrivare ad una conclusione sul terreno di gioco eliminerebbe il rischio di ricorsi, situazione che la Federcalcio vuole giustamente evitare e al contempo punta a preservare il massimo merito sportivo.

La Reggina, dunque, dovrà aspettare ancora prima di conoscere il proprio futuro. Un’attesa pesante per una società che vuole programmare con lungimiranza la prossima stagione. Resta da capire se a scendere in campo sarà l’intero campionato o un playoff solo per decidere la quarta promossa con le tre capolista già in B, oltre ai playout per definire le retrocessioni. Su questi fondamentali punti, il consiglio federale si esprimerà evidentemente più avanti: oggi passa la linea del ‘campo unico giudice’. La corsa a tappe continua.

Comunicato e decisioni

Al termine della lunga riunione, il responso certamente più importante è legato alla fine dei campionati. Il consiglio direttivo ha individuato il termine ultimo per i tre tornei professionisti nella data del 20 agosto 2020. L'intera stagione sportiva, invece, potrà dirsi conclusa entro il 30 dello stesso mese. Gli unici a fermarsi sono i dilettanti, i quali non scenderanno più in campo per l'annata 2019-'20.

Prendendo in considerazione la nota rilasciata dalla stessa Figc, si legge che: "Il presidente federale ha aperto la riunione chiedendo al Consiglio un momento di raccoglimento per tutte le vittime da Covid-19 sottolineando come 'le nostre esistenze siano indelebilmente segnate da un’epidemia imprevista e subdola'. Gravina ha ricordato anche diverse personalità legate al mondo del calcio scomparse nelle ultime settimane, compresi i giornalisti Mura, Lauro e Bernardi. Gravina, inoltre, ha informato il Consiglio dell’avvenuta pubblicazione del cosiddetto ‘Decreto Rilancio’ al cui interno sono contenuti provvedimenti molto importanti per il mondo del calcio."

Riguardo la conclusione del campionato, la Figc "ha espresso la volontà di riavviare e completare le competizioni nazionali professionistiche fissando al 20 agosto la data ultima di chiusura delle competizioni di Serie A, B e C. Precedentemente al riavvio dell’attività agonistica sarà competenza del Consiglio Federale determinare i criteri di definizione delle competizioni laddove, in ragione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, le stesse dovessero essere nuovamente sospese, secondo i principi di seguito indicati: individuazione di un nuovo format (brevi fasi di playoff e playout al fine di individuare l’esito delle competizioni ivi incluse promozioni e retrocessioni; in caso di definitiva interruzione, definizione della classifica anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tangano conto della organizzazione in gironi e/o del diverso numero di gare disputate dai Club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni.)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, per effetto di quanto deliberato, la stagione sportiva 2020/2021 avrà inizio il prossimo 1 settembre. Per quanto concerne, invece, l’attività dilettantistica, ivi compresa quella femminile fino alla Serie B, valutate le condizioni generali e l’eccezionale situazione determinatasi a causa dell’emergenza Covid-19, il Consiglio ha deliberato di interrompere definitivamente tutte le competizioni, rinviando ad altra delibera i provvedimenti sugli esiti delle stesse competizioni. Resta fissato al 30 giugno il termine per la conclusione dell’attuale stagione sportiva. Per quanto riguarda la Serie A Femminile, è stato deciso di verificare nei prossimi giorni le condizioni di ripresa, in base all’applicabilità dei protocolli sanitari da parte dei Club e alla disponibilità di contributi da parte della Figc."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiamme gialle rompono una "Catena di Sant'Antonio" truffaldina: scatta sequestro

  • Movida, assembramenti e rischio Covid: il questore chiude un bar del centro per 5 giorni

  • La "scuola mafiosa" di Peppe Crisalli al figlio: "Quando si picchia, si picchia subito"

  • Sigilli della Squadra mobile a bar e aziende riconducibili alle cosche Rosmini e Zindato

  • "Cemetery boss", i nomi degli arrestati: c'è anche il dirigente dei servizi cimiteriali

  • Le mani della 'ndrangheta sul cimitero di Modena e sugli appalti edili in città

Torna su
ReggioToday è in caricamento