Sport

Fiv aiuta la Calabria, Circolo Velico: "Nessun sostegno da Governo, Regione o Comuni"

La Federvela ha deciso di stanziare 535 mila euro. Per il Centro Velico Reggio "la Calabria occorre che si guadagni il futuro superando il timido e pigro approccio messo in campo in questi ultimi giorni"

Lo sport c'è, sempre e comunque. Chiaro il messaggio della Federazione italiana Vela, scesa in campo per dare una concreta mano nella difficile emergenza sanitaria. La Fiv ha, infatti, stanziato ben 535 mila euro a livello nazionale e anche la Calabria potrà ricevere agevolazioni e contributi per i vari Circoli.

L'iniziativa ha riscontrato un parere evidentemente positivo all'interno della divisione vela. Di fondamentale importanza l'aumento del 20% per il rimborso dei giudici di regata, il rinvio dei termini di prelievo delle quote di tesseramento e il dimezzamento di quote legate all'affiliazione. I fondi stanziati si trasformeranno in un voucher di 100 euro per società, destinato all'acquisto di materiale di prevenzione sanitaria e dispositivi.

Il grande contributo della Federvela andrà ad agevolare anche le scuole di vela, grazie ad un programma specifico. L'intera manovra Fiv sarà definita concretamente non appena in Governo comunicherà le disposizioni della fase 3, così da conoscere con precisione le date di ritorno all'attività di formazione e le modalità.

Il Circolo Velico Reggio

Il territorio reggino, con la sua realtà di vela, beneficerà dell'iniziativa Fiv. Lo stesso Circolo ha ribadito che il suoi impianto, così come tutte le strutture calabresi "è sostenuto unicamente da società che si accollano le spese di concessione e di manutenzione, oltre il costo fisso dei servizi come elettricità, gas, acqua, telefonia. Per tale impegno, nessun sostegno è previsto né dal Governo, né dalla Regione, né dai Comuni, nemmeno di fronte alla emergenza sanitaria quando gli impianti sono stati chiusi.  

In questa fase di piena ripartenza - continua il Circolo - anche se nei limiti che saranno previsti e che oggi ancora non sono chiari, la Fiv vede il futuro con realismo, mentre la Regione Calabria non ha elaborato un piano che valorizzi il mare che è un bene turistico ed economico di primaria importanza.

Nell’ultimo quadrimestre del 2020 - si conclude la riflessione - l’attività agonistica della Vela riprenderà a tutto tondo e in questo spazio di tempo la Fiv agevolerà la Calabria.  Solo che, la Regione Calabria occorre che si guadagni il futuro superando il timido, prudente e pigro approccio messo in campo in questi ultimi giorni."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiv aiuta la Calabria, Circolo Velico: "Nessun sostegno da Governo, Regione o Comuni"

ReggioToday è in caricamento