menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Jeremy Menez

Jeremy Menez

Verso Cosenza-Reggina, la probabile formazione amaranto: avanzano le certezze

Posticipo della 23esima giornata di Serie B, dove la Reggina si presenterà al San Vito-Marulla. La squadra di Baroni registra il ritorno di Menez e si affida ai titolarissimi

Tempo di derby, grande confronto per indirizzare una stagione e conquistare la supremazia in regione. La Calabria del calcio, stasera alle 21, avrà tutta l’attenzione puntata sul San Vito-Marulla, dove Reggina e Cosenza si sfideranno in un vero e proprio scontro salvezza pronto a regalare emozioni.

Partite del genere si preparano da sole. Non bisogna caricare più di tanto i calciatori perché a pensarci c’è già la parola derby e un’aria differente, poi gli amaranto sono reduci da prestazioni e risultati convincenti, quindi i presupposti per far bene ci sono tutti. Occhio, però, alla formazione di casa. Un Cosenza sempre ostico da affrontare e in grado di arginare chiunque. Ecco perché alla Reggina servirà  una partita impeccabile, senza grandi sbavature per continuare nell’ottima strada intrapresa con Baroni.

Il mister amaranto ha diramato nel pomeriggio di ieri la lista convocati, la quale ha nuovamente annoverato Jeremy Menez dopo la squalifica scontata contro la Virtus Entella. Ancora fuori Faty, Micovschi e Situm, fermati da problemi fisici. Ecco, di seguito, tutti i nomi:

  • Portieri: Guarna, Nicolas, Plizzari.
  • Difensori: Cionek, Dalle Mura, Delprato, Di Chiara, Lakicevic, Liotti, Loiacono, Stavropoulos.
  • Centrocampisti: Bianchi, Chierico, Crimi, Crisetig, Folorunsho, Kingsley, Rivas.
  • Attaccanti: Bellomo, Denis, Edera, Menez, Montalto, Orji, Petrelli.
  • Indisponibili: Faty, Micovschi, Situm.


Scelte di formazione

Gli 11 titolari della Reggina, come spesso sottolinea lo stesso Baroni, contano relativamente. Sono poi i cambi a poter e dover fare la differenza a gara in corso soprattutto nell’era delle cinque sostituzioni. Ecco, quindi, che la partita andrà letta in tale ottica e dunque anche le decisioni in avvio.

Fatte le dovute premesse, si passa al campo e nello specifico ad una porta che sarà difesa ancora una volta da Nicolas. Davanti all’ex Udinese spazio alla linea a quattro consolidata. Di Chiara e Lakicevic come terzini sempre in crescita e la coppia di centrali ben assortita Cionek-Stavropoulos. Non è, però, da escludere categoricamente il turnover con il polacco in panchina e capitano Loiacono dentro.

Passando al centrocampo, un ballottaggio va aperto. Crisetig appare inamovibile e in mediana accanto a lui si giocano una maglia Bianchi e Crimi. Il primo è partito titolare contro l’Entella, il secondo a Pescara. Entrami hanno poi, rispettivamente, dato il loro contributo a gara in corso ed è possibile che lo stesso accada al San Vito-Marulla. Dosando le energie e le rotazioni, in vantaggio per partire dal 1’ troviamo il nuovo arrivato dal mercato di gennaio.

Edera e Folorunsho aprono le certezze o presunte tali nella linea a tre dietro l’unica punta. Giovani forti, intraprendenti e vogliosi di mettersi in mostra. Impossibile rinunciare a loro. Sulla fascia sinistra dovrebbe rientrare a pieno regime Menez. Il condizionale rimane sono in relazione ad un piccolo problema fisico avuto in settimana, ma il francese scalpita per proseguire nel suo percorso di crescita costante. Sono comunque pronti sia Okwonkwo che Rivas e Liotti anche a gara in corso.

Davanti a tutti c’è lui, il bomber che incide e indirizza le partite. Stiamo ovviamente parlando di Montalto, pronto alla titolarità anche domani. Denis e Petrelli potranno dire la loro da subentrati.

La probabile formazione della Reggina (4-2-3-1): Nicolas; Lakicevic, Cionek, Stavropoulos, Di Chiara; Crisetig, Crimi; Edera, Folorunsho, Menez; Montalto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento