Sport

Lecce-Reggina, Baroni: "Rammarico perchè non siamo riusciti a fare quel passo in più"

Gli amaranto pareggiano per 2-2 al Via del Mare e perdono definitivamente terreno dai playoff. Così il tecnico a fine gara: "La nostra squadra ha saputo entusiasmare"

Marco Baroni

Amaro pareggio per 2-2 della Reggina in casa del Lecce. Tre infortuni e una generale sfortuna materializzata in faccia agli amaranto nel momento decisivo della stagione. Le speranze playoff evidentemente terminate e un rammarico per aver giocato la partita cruciale con una serie di defezioni pre e durante la gara certamente rilevati e determinanti.

Cronaca, pagelle e analisi di Lecce-Reggina

Resta l'ottima cavalcata di una squadra che ha saputo togliersi dalla zona retrocessione e farsi sotto fino all'ultimo per un posto ai playoff. Si ripartirà da ottime basi l'anno prossimo e quindi da quel Marco Baroni che parla così nella conferenza stampa post partita: "I ragazzi sono stati veramente bravi, ma non avevo dubbi. Siamo diventati squadra, trovando delle risorse morali e fisiche andando oltre noi stessi. Oggi abbiamo sbagliato qualcosina nei gol, hanno grandissima qualità al Lecce. Abbiamo costruito tante occasioni ed è un peccato.

La nostra squadra - sottolinea - ha saputo entusiasmare ed è la prima cosa che devi fare. Gente che da' tutto, ha portato idee di gioco e convinzione. Peccato, ma adesso abbiamo una partita da chiudere con una vittoria perchè questi ragazzi se la meritano. Non è facile cambiare percorsi e invertire la rotta. Abbiamo costruito qualcosa di importante, ma adesso c'è rammarico perchè non siamo riusciti a fare quel passo in più. La cosa importante è che si trasferisse emozioni. Reggio ha fame e voglia di calcio e questa squadra ha dato ottime sensazioni a questa gente.

La sosta

"No, non ha inciso. Quando giochi ogni tre giorni è una cosa anomala. Oggi abbiamo avuto delle occasioni clamorose, ma in questo momento voglio solo andare avanti e guardare alla prossima partita dove serve una prestazione importante."

L'infortunio di Edera

"Purtroppo io spero, ma la dinamica dell'incidente e quello che ha sentito non ci lascia tranquilli. Stava dando continuità ed è molto giovane. Spero sia solo una distorsione."

La preparazione della partita

"La squadra non ha fatto solo ripartenze, ha anche gestito la palla con personalità. Poi quando non ha le energie per pressare alto devi venire via. Avevamo preparato questi cambi fronti e di beccare dietro il terzino. All'interno della prestazione i ragazzi sono stati veramente bravi. Non ho molte cose da muovere, se non essere arrivati un pelino in ritardo. Quando sono arrivato c'era una determinata situazione e questa squadra ha costruito mattoncini su mattoncini arrivando a giocarsela con qualcosa in più contro chi è stato costruito per vincere il campionato."

L'anno prossimo

"Sono venuto qui e non ho fatto nemmeno mezza richiesta economica. Ho lanciato una sfida a me stesso, mi serviva una cosa così. Adesso c'è ancora una partita importante, poi ci sarà il tempo per fare il contratto. Bisogna vedere se ci sono i presupposti per dare continuità."

L'elogio

"Vorrei fare i complimenti a Mancosu perchè, per la sua forza morale, è stato un esempio importante per lo sport."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce-Reggina, Baroni: "Rammarico perchè non siamo riusciti a fare quel passo in più"

ReggioToday è in caricamento