Domenica, 24 Ottobre 2021
Sport Marina di Gioiosa Ionica

Marina di Gioiosa, area giochi intitolata alla fondatrice di Special Olympics

Il parco verde della cittadina porta adesso il nome di Eunice Kennedy Shriver. Presente alla cerimonia il sindaco della Falcomatà che ha ricordato: "Queste sono le testimonianze positive che devono emergere"

Lo sport è inclusione, divertimento, gioia e soprattutto è di tutti. Non ci sono barriere, non ci sono confini che tengano davanti ad un'attività fisica. Lo dimostrano gli Special Olympics, evento molto seguito e decisamente riuscito nel territorio reggino e che oggi hanno vissuto un'altra pagina di significativa storia a Marina di Gioiosa Ionica, dov'è stata intitolata l'area giochi al centro del parco verde alla fondatrice del movimento internazionale Eunice Kennedy Shriver.

parco Gioiosa - special olympics 02-2

La manifestazione ha visto la presenza del sindaco della Città metropolitana Giuseppe Falcomatà, ma anche altre figure di spicco come Alessandro Palazzotti, vicepresidente nazionale Special Olympics Italia; Luisa Elitro, direttore regionale Special Olympics Calabria; il primo cittadino di Marina di Gioiosa, Geppo Femia e Irma Circosta, presidente dell’Asd I Girasoli della Locride.

Il primo cittadino reggino non ha perso l'occasione di sottolineare il suo legame verso "questo movimento, ai ragazzi di Special Olympics, al loro sorriso, alla loro voglia di vivere, ma soprattutto al loro desiderio di farcela nonostante le difficoltà che non gli consentono di esprimere al meglio il loro potenziale. Tuttavia è proprio il modo in cui affrontano queste difficoltà che deve rappresentare un esempio per tutti noi ed è preciso dovere delle istituzioni sostenere in ogni modo queste esperienze”.

parco Gioiosa - special olympics-2

La Città metropolitana è presente – prosegue Falcomatà - per condividere momenti di grande gioia come questi in cui si intitola un'area giochi ad una figura del calibro di Eunice Kennedy ma soprattutto per ribadire che saremo sempre al loro fianco, nella piena consapevolezza che il lavoro che sta facendo la professoressa Lombardo con i Girasoli della Locride, gli Special Olympics con la presidente Elitro, non va dato affatto per scontato. Si tratta, infatti, di percorsi virtuosi, di grandissimo impatto sociale perché puntano a far uscire questi ragazzi dall'isolamento, coinvolgendoli in contesti autentici e concreti di inclusione e crescita personale, offrendo loro la possibilità di partecipare a iniziative e attività sportive e poterci riuscire, tentando con tutte le forze, proprio come recita il significativo motto degli Special Olympics.

E a tutti loro – conclude il sindaco - dobbiamo dire grazie, perché sono un esempio di forza e vitalità e queste sono le testimonianze positive che devono emergere sempre di più nel nostro territorio metropolitano”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marina di Gioiosa, area giochi intitolata alla fondatrice di Special Olympics

ReggioToday è in caricamento