Mercato Reggina, Taibi svela: "Reginaldo, Corazza e Bellomo? Uno purtroppo ci lascerà"

Il ds amaranto analizza anche le trattative in entrata. Per Crisetig "c'è un problema: lui gioca in una squadra spagnola dove ha il diritto di opzione" spiega il direttore alla tv del club

Da sinistra, Simone Corazza e Reginaldo

Il mercato è fatto anche di cessioni e alla Reggina, inevitabilmente, qualcosa di doloroso in tal senso accadrà. La regola di avere un massimo di 18 over 23 in lista A impone dei sacrifici numerosi e pesanti. Tra questi troviamo sicuramente un giocatore offensivo.

Il ds Taibi ha analizzato ai microfoni di Reggina Tv proprio i principali temi di mercato tra cui le cessioni: “A me dispiace - spiega il direttore -  che devo fare delle uscite. In un gruppo così straordinario che ha vinto, si fa sempre fatica a mandar via un giocatore o trovare un accordo per andar via. Le regole delle Serie B, che io non condivido del tutto ma mi adeguo, non ci permettono di avere più di 18 over. Noi abbiamo 25 over, 7 per un discorso matematico devono uscire. Poi per fare spazio ai Menez e company, almeno 4/5 over dobbiamo prendere, quindi si vede la matematica e purtroppo devo fare uscire almeno 12 giocatori. Questo mi dispiace tanto, ma bisogna tenere conto delle regole e cercare di lavorare. 

Reginaldo, Corazza e Bellomo? Sono stati grandi in tutto, ma purtroppo - ribadisce Taibi - c'è la regola degli over. Due di questi tre nomi resteranno, uno purtroppo ci lascerà. Reginaldo è sotto contratto, a lui è scattata l'opzione ma già il presidente aveva dato disposizioni di rinnovargli il contratto a prescindere se restasse o meno perchè ci ha dato una gran mano. Per uno dei tre è molto probabile che andrà via, poi magari cambia il mercato e si libera un posto di over perchè prendiamo un giovane in più e tutto questo rientra. Ad oggi uno dei tre potrebbe lasciarci. I giocatori che andranno via non sarà un problema contrattuale ma di un discorso numerico. Sounas è un ragazzo straordinario e resterà con noi ancora perchè è un giocatore importante. Ho già parlato con la maggior parte di chi ci deve lasciare, a qualcuno devo ancora comunicarlo. Zibert e Baclet? Sono due giocatori che saranno ceduti, ma non dovremmo avere problemi a trovare la squadra a tutti e due. Sto lavorando molto di più in uscita che in entrata."

Durante il corso delle dichiarazioni alla web tv ufficiale, Taibi ha anche analizzato il mercato in entrata: "La cosa più importante è fare una squadra che possa essere competitiva in questo campionato, allora devi trovare giocatori che riescono a calarsi nella mentalità della Serie B, come abbiamo fatto quest'anno con i giocatori da Lega Pro. Chiaro che può succedere che prendi un giocatore che per la B è un lusso, vedi Menez, come può succedere che qualcun altro può arrivare ma solo se è funzionale. Non andiamo alla ricerca della figurina, se è importante come Menez ben venga. Abbiamo fatto un affare. Se Menez avesse voluto parlare da Menez com'era abituato non potevamo minimamente avvicinarci. Ha voluto sposare un progetto e questo ci ha permesso di essere credibili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Viviano e Crisetig? Due buoni giocatori. Crisetig - conclude il ds - è uno dei tanti giocatori che io ho contattato, ma c'è un problema: lui gioca in una squadra spagnola dove ha il diritto di opzione. A lui piacerebbe venire in Italia, ma non è facile. Una delle tante trattative che ho messo su."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ndrangheta stragista", Lombardo avvia la requisitoria: "Aspettiamo verità da 819 milioni di secondi"

  • "Mandamento jonico", l'ex sindaco di Roghudi Lorenzo Stelitano ritorna in libertà

  • Aeroporto dello Stretto, da oggi riprendono i voli di Alitalia da Reggio per Roma e Milano

  • Si nascondevano in Germania per sfuggire alla legge, un reggino fra i due italiani estradati

  • Arriva l'ok dell'Enac, dall'aeroporto Tito Minniti si riprende a volare

  • Nuova cosca operativa fra Torino e Cuneo, Polizia e Carabinieri eseguono dodici arresti

Torna su
ReggioToday è in caricamento