menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gianluca Di Chiara

Gianluca Di Chiara

Pescara-Reggina, la probabile formazione amaranto: tra ritorni e assenze si cerca equilibrio

Fischio d’inizio domani alle 14 per lo scontro salvezza dell’Adriatico. Mister Baroni non potrà contare su Micovschi e Situm, mentre rientrano sia Di Chiara che Crisetig dalla squalifica

Primo bivio del girone di ritorno, uno di quelli che non puoi permetterti di sbagliare per non compromettere seriamente l’intero cammino. La Reggina è attesa dalla sfida esterna al Pescara nel prossimo incontro di Serie B e i margini di errore saranno chiaramente ridotti al minino. La classifica impone di conquistare i tre punti e nient’altro che una vittoria.

Giocare in casa dell’ultima in classifica il primo scontro salvezza risulta essere un grande ostacolo da superare, ma gli amaranto hanno tutte le carte in regola per farlo. Loiacono e compagni devono dimostrare solo attraverso il risultato di valere posizioni di classifica ben diverse. Domani la partita sarà, dunque, delicata e ricca di significato.I dettagli faranno la differenza e già dalle scelte di formazioni si potrà segnare la via.

Mister Baroni ha lavorato intensamente nella settimana post mercato di gennaio. Avendo una rosa rinforzata e completata dalle ultime trattative, le possibilità di certo non mancano. Da segnalare, però, alcune assenze e defezioni che anche contro il Pescara incidono. Si tratta di Situm e Micovschi non convocati. Torna Rivas dopo l'infortunio. Ecco la lista completa dei calciatori arruolati per la trasferta abruzzese:

  • Portieri: Guarna, Nicolas, Plizzari.
  • Difensori: Cionek, Dalle Mura, Delprato, Di Chiara, Lakicevic, Liotti, Loiacono, Stavropoulos.
  • Centrocampisti: Bianchi, Chierico, Crimi, Crisetig, Faty, Folorunsho, Rivas.
  • Attaccanti: Bellomo, Denis, Edera, Ménez, Montalto, Okwonkwo, Petrelli.
  • Indisponibili: Micovschi, Situm.

Portiere e difensori su cui contare

Tra i pali non ci sono novità da registrare. Nicolas è il titolare e nessuno può smuoverlo da tale posizione, a maggior ragione dopo la superlativa prestazione contro la Salernitana con il rigore parato: decisivo come pochi.

Davanti al brasiliano bisogna ancora far fronte all’acciacco di Delprato, che non gli permette di essere della partita dal 1', ma è comunque aggregato alla squadra. Al suo posto a destra rientra Lakicevic, dunque nessun adattamento per Loiacono come accaduto, invece, contro la Salernitana. Proprio nell’ultima partita ha brillato Stavropoulos che potrebbe insidiare sia il capitano che Cionek per una maglia da titolare. Di Chiara si riprendere la sua posizione da terzino sinistro dopo aver scontato il turno di squalifica.

Esperienza e qualità a centrocampo

La mediana è pronta a fare la differenza, andando a costruire la prima linea di gioco offensivo e rappresentando un faro per tutte le operazioni di squadra. Marco Crimi si è subito calato nella parte dopo pochi allenamenti e la sua conferma è plausibile. Insieme al nuovo acquisto si propone Crisetig, rientrato dopo la squalifica e pronto a riprendersi la maglia da titolare. I vari Faty, Bianchi e Chierico sembrano partire dietro nelle gerarchie, ma avranno modo di incidere anche a partita in corso.

Il ruolo di trequartista ha visto diversi giocatori nel corso dell’esperienza di Baroni in amaranto, ma il migliore in termini di rendimento è stato Folorunsho. Proprio lui è l’indiziato speciale per partire dal 1’ anche domani.

Esterni di spessore

Il gioco di mister Baroni punta tanto se non tutto sul lavoro degli esterni. Cross, tana corsa e dribbling sono caratteristiche che possono e devono portare la Reggina in area di rigore con una certa frequenza. Edera ha risposto presente in maniera eccellente contro la Salernitana e anche domani a destra dovrebbe toccare a lui. 

La fascia sinistra vede la conferma di Jeremy Menez, anche se il ballottaggio con Liotti deve essere considerato. Il giocatore calabrese potrebbe, comunque, essere una carta pesante a partita in corso. Rivas, pur essendo convocato, non è ancora pronto per ritornare da titolare. 

Discorso a parte per Okwonkwo. Arrivato dal mercato, è alla sua prima convocazione in amaranto e potrebbe rivelarsi un’arma in più dalla panchina, almeno come inizio della sua avventura alla Reggina.

Attaccante pronto a determinare

Una delle tante note positive registrate contro la Salernitana ha un nome e cognome: Adriano Montalto. Il nuovo bomber acquistato nel mercato invernale si è subito messo a disposizone e in campo per poco non ha trovato un gol che sarebbe stato meritato. Ci sarà tempo per esultare, magari già a Pescara, ma la sua titolarità non è in dubbio visto quanto mostrato.

La curiosità nel reparto, magari a gara in corso, è legata alla possibilità di assistere all’esordio del giovane e promettente Petrelli.

La probabile formazione della Reggina (4-2-3-1): Nicolas; Lakicevic, Cionek, Loiacono, Di Chiara; Crisetig, Crimi; Edera, Folorunsho, Menez; Montalto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento