rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Sport Centro sportivo Sant'Agata

Presunto caso di positività, sfratto dalla sede e Sant’Agata: le precisazioni della Reggina

La società rilascia una nota in merito a delle voci circolate nelle ultime ore. "Nessun allenatore positivo" e "nessuna lettera di revoca" spiegano su Covid e centro sportivo

Doverosa una voce ufficiale, il punto di vista chiaro e diretto della società su argomenti che avrebbero lasciato soltanto dubbi qualora fossero stati affrontati con silenzio. La Reggina prende la parola e conferma la sua generale buona condotta su tutti i fronti. Nelle ultime ore si vociferava di un allenatore delle giovanili positivo al Covid-19, insieme a delle considerazioni certamente non positive in merito all'epilogo sull'ex sede e la questione Sant'Agata.

Il comunicato della Reggina chiarisce ogni punto all'ordine del giorno. Nello specifico si legge: "In merito a quanto riportato da alcuni organi di informazione, la Reggina smentisce categoricamente il contenuto degli articoli e specifica che al ciclo di tamponi effettuato due giorni fa nel rispetto del protocollo anti Covid, nessun allenatore del settore giovanile è risultato positivo". 

"In merito all’ex sede in via Osanna, la Reggina - prosegue la nota - chiarisce di non aver mai ricevuto alcun provvedimento di sfratto; relativamente all’affidamento del Centro Sportivo Sant’Agata, invece, nessuna lettera di revoca è stata ricevuta dal club. La società del presidente Luca Gallo precisa infine che non esistono pendenze economiche nei confronti della curatela fallimentare.

Contemporaneamente a queste doverose precisazioni che ledono l’immagine della Reggina, la società comunica di aver dato mandato ai propri legali per - termina il comunicato - tutelare nelle sedi opportune la propria onorabilità."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunto caso di positività, sfratto dalla sede e Sant’Agata: le precisazioni della Reggina

ReggioToday è in caricamento